scuolabus giugliano
Nel napoletano i carabinieri hanno eseguito un capillare controllo agli scuolabus del territorio. In particolare hanno riscontrato la presenza di sediolini in più per aumentare i “paganti”. L’operazione ha portato al sequestro di 17 mezzi e a sanzioni pecuniarie per 16 mila euro.

Trasportavano a scuola bambini su mezzi modificati per aumentare il numero delle persone a bordo, con estintori scarichi o scaduti, senza sicurezza certificata dalla prescritta revisione oppure senza assicurazione. In un caso alla guida c’era un uomo con la patente scaduta. In altri 4, soggetti con patente diversa da quella occorrente per il particolare utilizzo.

E’ lo spaccato di quanto emerso nel corso di controlli effettuati dai carabinieri della compagnia di Giugliano in Campania a 80 mezzi usati per il trasporto di studenti da casa agli istituti scolastici del territorio dell’hinterland a nord di Napoli.

Durante le ispezioni sono state contestate ben 61 infrazioni al codice della strada. Scoperti 6 casi di circolazione su veicolo con numero di sedili aumentati per trasportare più persone, 3 di circolazione con estintori scarichi o scaduti e mancanza dei previsti martelli frangi cristalli, 5 di mancata revisione e 7 di circolazione senza assicurazione, 5 casi di mancato uso delle cinture di sicurezza e uno per circolazione di automezzo già sottoposto a sequestro e affidato al proprietario per la esclusiva detenzione in luogo chiuso.

Venuti alla luce anche numerosi casi di trasporto in soprannumero, anche su mezzi autorizzati, l’uso di veicoli per trasporto di persone senza titolo autorizzativo, inosservanza alle prescrizioni sul noleggio con conducente, velocità non commisurata a incroci.