SANT’ANASTASIA. Giunta Abete, sìAMO Anastasiani: “Un fallimento i primi 100 giorni”.

Il movimento politico “sìAMO ANASTASIANI – IL FUTURO CHE CI MERITIAMO” fa il punto della situazione politico-amministrativa a 100 giorni dall’insediamento del governo Abete\bis: “Un fallimento, niente di ciò che hanno promesso è stato realizzato. Da maggio tutto è rimasto fermo, come se a Sant’Anastasia non ci fosse più un sindaco; anche le opere iniziate in fretta e furia prima delle elezioni sono bloccate e versano in condizioni pietose. Nessun nuovo impulso è stato dato alla vita sociale ed economica del paese. Si sono praticamente ripetuti, peggio di così è difficile fare”.
Il portavoce del movimento, Ciro Pavone, aggiunge: “In questi mesi successivi al voto, in giro abbiamo notato solamente l’arroganza dei nostri amministratori, poco inclini a rispettare le regole, finanche quelle del vivere civile. Per il resto, al di là di festicciole e selfie, la Giunta Abete si è distinta per il silenzio e soprattutto per l’incapacità di affrontare i problemi che affligono il nostro territorio, su tutti – ovviamente – l’inquinamento ambientale e gli sversamenti di rifiuti nelle periferie”. Poi aggiunge: “Il sindaco dia risposte immediate sul Puc e sui Condoni, proceda spedito a mettere in sicurezza il territorio dal rischio idrogeologico, faccia qualcosa di concreto per i giovani e le persone in difficoltà, approvi i Peba per garantire dignità ai disabili e vari un piano per abbattere le barriere architettoniche, proceda a mettere in sicurezza le scuole, completi le opere ferme, metta veramente al centro le periferie e inizi una battaglia vera contro gli sversamenti illegali di rifiuti e per la bonifica del nostro territorio. Già questo, potrebbe bastare”. E conclude: “I consiglieri comunali – dal canto loro – smettano di fare le belle statuine, abbiano un sussulto di dignità, facciano la loro parte, siano di impulso e stimolo alla loro Giunta. Non si potrà andare avanti a lungo così, i cittadini anastasiani meritano di più”.