SOMMA VESUVIANA. Dodici mesi per raccontare personaggi storici della città, curiosità che li riguardavano, oppure eventi che hanno segnato Somma Vesuviana. L’idea originale è venuta all’imprenditore Mario Sodano che ha realizzato, con la fattiva collaborazione dello storico Ciro Raia e dell’illustratore Massimo D’Acunzo, il calendario “Somma si racconta”.

“Inizialmente volevo ricordare personaggi simpatici della nostra città”, spiega Sodano, “poi parlando con Ciro, celebre penna, abbiamo deciso di far prendere al progetto un’altra piega. Lui è rimasto da subito entusiasta di questa iniziativa e in una settimana ci aveva fornito tutti i testi che leggerete nel calendario. Vi trovate personaggi che hanno fatto la storia della nostra città, come Francesco De Martino, Gaetano Arfè, Francesco De Siervo, ma non soltanto quelli che possiamo ritrovare nei libri, ma anche Gigante che è stato il primo allenatore di basket di Somma o Saverio D’Avino ciclista, e poi i fotografi Ronca e Piccoli e i cultori della nostra tradizione Coffarelli e Lucio Albano, zi Gennaro o Gnundo. Chiaro che si tratta di promozione pubblicitaria, ma volevamo unire a questo anche la sensibilità di far conoscere la nostra città attraverso queste persone”. A spiegare nei dettagli i personaggi ritratti e la storia ci ha pensato lo scrittore Raia, che ha ricordato nel calendario una sola donna Giovannina Papa, poetessa vissuta nel 1800 al Casamale.
“Sono rimasto positivamente colpito dalla proposta che mi ha fatto Mario, la considero un altro modo di scrivere la storia di Somma”, afferma Raia, “Mi sono assunto la responsabilità di scegliere i personaggi sapendo che ci saremmo esposti a delle critiche, ovvio che nella comunità c’è chi si chiederà perchè è stato messo uno anzichè un altro. Cominciamo col dire che abbiamo inserito tutti quelli trapassati quindi se qualcuno volesse entrare deve prima fare il ‘passaggio’. Ci sono tre personaggi storici Francesco De Martino che è stato vicepresidente del Consiglio, più volte vicino ad essere presidente della Repubblica, segretario nazionale Psi, poi Gaetano Arfè politico, giornalista e storico italiano, Francesco de Siervo sindaco per oltre 30 anni della città e poi personaggi che ci ha invidiato un po’ in tutto il mondo come Lucio Albano e Giovanni Coffarelli, abbiamo dedicato un mese al 150esimo anniversario della prima guerra mondiale e un altro ai morti civili della rappresaglia nazista a Somma. Per tutto quanto scritto mi assumo le responsabilità”. Questa è la prima edizione, hanno assicurato i curatori, altre ne verranno negli anni futuri per ricordare tutti i sommesi illustri.
Durante la serata è stata anche strappata una promessa al sindaco Pasquale Piccolo da parte di Raia, di restituire alla città una piazza o una strada dedicata a De Martino. Qualche anno fa la piazza principale di Somma fu dedicata proprio al noto giurista, ma poi per un difetto di ratifica di una delibera la targa fu eliminata e tornò ad essere piazza Vittorio Emanuele III. Il sindaco ha promesso che a breve la commissione Toponomastica sarà al lavoro ed ha anzi chiesto al professor Raia di farne ufficialmente parte.

Gabriella Bellini è nata nel 1976 a Tropea (VV), giornalista professionista dal 2003, ha cominciato a lavorare nel 1994 nella redazione giornalistica di Televideo Somma, ha collaborato con Tele Oggi, Il Giornale di Napoli, Il Mattino, il Corriere del Mezzogiorno (dorso campano del Corriere della Sera), Cronaca Vera, Retenews, è stata redattore del settimanale Metropolis (poi diventato quotidiano) e di Cronache di Napoli. Ha condotto un programma di informazione e approfondimento su Radio Antenna Uno. Nel febbraio 2007 ha creato con altri colleghi il sito web laprovinciaonline.info di cui è il direttore. Nel 2009 ha ottenuto il prestigioso riconoscimento all’Impegno Civile del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, destinato ad un giovane cronista che si “sia distinto nel suo lavoro sul tema della diffusione della Cultura della Legalità” ottenendo così il premio nazionale “Per la Cultura della Legalità e per la Sicurezza dei Cittadini”. Nel 2012 il Premio internazionale Città di Mariglianella “Gallo d’Oro” per i “numerosi reportage sui temi della povertà e dell’emarginazione”. Nel 2013 il premio “Città di Saviano, giornata per la legalità” per “L'impegno profuso a favore della promozione e diffusione dei valori della legalità". Nel 2015 menzione speciale “L’ambasciatore del sorriso” per “L’instancabile attività di reporter, votata a fotografare con sagacia le molteplici sfaccettature della nostra società”. Nel 2016 il Premio “Antonio Seraponte” con la seguente motivazione “Giornalista professionista sempre presente e puntuale nel raccontare i fatti politici e di cronaca che interessano la città di Somma Vesuviana e non. In poco più di un decennio a suon di bravura ha ottenuto prestigiosi riconoscimenti per essersi distinta su temi importanti come la diffusione della cultura della legalità, della sicurezza dei cittadini e per l’impegno sui temi della povertà e dell’emarginazione”.