striano
striano

STRIANO. Continua la kermesse “Stringiamoci a corte”, martedì 15 con l’artista Giancarlo Tommasone.

Torna martedì 15 luglio, con il libro di Giancarlo Tommasone, “Torazina”, la rassegna letteraria “Stringiamoci a corte” organizzata dalla Pro loco di Striano. Continuano, dunque, gli incontri nei cortili strianesi all’insegna della cultura: “libri, musica e poesia dove meno te lo aspetti”, è lo slogan che accompagna gli appuntamenti, tutti previsti nel mese di luglio.

Dopo don Maurizio Patriciello, accolto da centinaia di persone, tocca dunque a Giancarlo Tommasone, giovane e poliedrico artista napoletano, che dice di sé: “Faccio il giornalista per vivere, ma da sempre scrivo poesie, canzoni e testi”. La “torazina”, che dà il titolo al libro, è un principio attivo usato contro disturbi psichici come la depressione e le allucinazioni. E in una sorta di perenne stato di alienazione vive Angelo, il protagonista del romanzo, alle prese con una quotidianità uguale a tante altre, fatta di affetti, di amori, di preoccupazioni e ansie.

Il libro sarà presentato il 15 luglio alle 20,30 nel cortile di via Cesare Battisti, a Striano, individuato dalla Pro loco come location dell’edizione 2014 della rassegna letteraria. Relatrice sarà Laura Ferrara, psicologa e vicepresidente della Pro loco di Striano, le letture dei brani saranno affidate a Luigi Gatti mentre degli intermezzi musicali si occuperà Oreste Formisano. “Stringiamoci a corte” continua, poi, il 22 luglio con lo scrittore Enrico Pennino che presenterà “Tutti gli amici di Anna”. Infine, il 25 luglio tocca a Mario De Simone e al suo “Non servono parole”