SOMMA VESUVIANA. Vedere gli occhi dei bambini brillare di gioia non ha prezzo. Per questo motivo l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Salvatore Di Sarno dopo il successo ottenuto con la kermesse “La Befana al castello incantato” realizzata il 5 gennaio, nella suggestiva location del Castello D’Alagno, ha intenzione di farla diventare un appuntamento fisso da ripetere ogni anno. A spiegarlo è Sergio D’Avino, capogruppo consiliare di Svolta Popolare. “Certo che si ripeterà”, annuncia con soddisfazione D’Avino, “quella di sabato è stato l’inizio per un qualcosa che diventerà un evento di primo piano del Natale a Somma Vesuviana. Sono fiero di aver potuto contribuire con questa idea alla gioia donata ai bambini e della magia che ci ha regalato il Castello stesso. Un’idea resa possibile dalla fattiva collaborazione di un bel gruppo di lavoro quali i consiglieri Adele Aliperta, Luisa Cerciello e Antonio Auriemma, il Vice Sindaco Maria Vittoria Di Palma, l’assessore Flora Pirozzi e la collaborazione dell’amica Elisabetta Molaro. Come sempre tutto è stato possibile grazie al completo appoggio del sindaco e di tutta la maggioranza sono sicuro che su questo ottimo lavoro di squadra potremo contare anche per l’edizione 2020 della Befana”. Lo stesso entusiasmo e voglia di riproporre l’evento lo ha testimoniato anche il sindaco sul suo profilo ufficiale di Facebook. “Abbiamo vissuto una mattinata magica. Mi sono emozionato insieme ai bimbi per l’arrivo della Befana”, ha scritto Salvatore Di Sarno, “I loro occhi brillavano di gioia ed i miei a guardarli. Ringrazio la mia Amministrazione che ha reso possibile, con poche risorse e tanta buona volontà, tutto questo. E’ stata un’esperienza così speciale che contiamo di ripeterla anche il prossimo anno e sempre nel nostro magnifico Castello d’Alagno. Intanto nel ricordarvi il presepe al Borgo Casamale di oggi e domani e dell’animazione in piazza Vittorio Emanuele oggi e domani mattina, l’iniziativa di beneficenza della “Tombola del Cavaliere” a Santa Maria del Pozzo. Vi auguro una serena Epifania. W i bambini”.