Terzigno. Boom di presenze alla terza edizione della gara podistica di 10 km a Terzigno ed organizzata dall’Asd Terzigno Corre guidata dal presidente Genny Galantuomo. 640 iscritti, 548 quelli che invece hanno tagliato il traguardo.

Sul podio per la categoria primi in assoluto maschile al primo posto Akhal Hicham dell’associazione Pomigliano Marathon Club (32 minuti), al secondo posto l’atleta dell’associazione podistica il Laghetto Hadam Marek (33 minuti) e al terzo posto Marco Vetranoper l’associazione podistica Baiano Runners. Per la categoria donne invece al traguardo arriva per prima Annamaria Vanacore per l’Atletica Scafati (40 minuti) – doppio riconoscimento per lei che ha conquistato anche il trofeo Metropolis assieme ad Akhal Hicham per il maggior tempo al 5 km – , seguita da Patrizia Picardi per la podistica il Laghetto (43minuti) e si piazza al terzo Anna Maria Battipaglia dell’Atletica Ermes Antoniana. Riconoscimenti sono stati dati anche alle prime tre società che hanno partecipato con il maggior numero di atleti: il Laghetto (81 atleti), Amatori Marathon Frattese ( 76 atleti) e New Atletica Afragola (40 atleti).

«E’ stato uno spettacolo nello spettacolo – spiega il presidente dell’associazione Terzigno Corre, Genny Galantuomo – ogni anno cresce il numero dei partecipanti e questo dimostra che riusciamo a trasmettere lo spirito giusto. Un ringraziamento – incalza Galantuomo – a tutti i componenti del mio team indistintamente ma in particolare alle signore della nostra associazione che hanno allestito minuziosamente ogni singolo premio ed è sinonimo questo, dello spirito che anima la nostra associazione che non è solo corsa». «La Terzigno Corre – conclude – è sopratutto promozione sociale e sono orgoglioso che siamo riusciti a coinvolgere anche il campione italiano paralimpico Claudio De Vivo, un onore per noi e per l’impegno che mettiamo nel raggiungere ogni giorno anche un nostro grande obiettivo, l’acquisto di una jolette per regalare un sorriso ed una emozione ai diversamente abili».

A Terzigno anche la partecipazione straordinaria di Claudio De Vivo, campione paralimpico: «Ho scelto di essere qui a Terzigno perché è una realtà straordinaria che oltre alla competizione sportiva mette insieme un importante messaggio sociale. Oggi la disabilità – dice il campione che nel 2008 ha perso un arto in seguito ad un incidente stradale – non esiste più, e chi pensa di essere diverso forse lo è, perché è speciale, ha avuto la possibilità di provare una sofferenza e renderla un punto di forza come ho fatto io e come devono fare tutti». «L’associazione sportiva Terzigno Corre -dice invece il sindaco di Terzigno Francesco Ranieri – sta dimostrando di avere tanta grinta e di essere un valore aggiunto per questa città».

A raccontare le emozioni di una intera mattinata la voce straordinaria di Marco Cascone. La sicurezza è stata invece affidata agli agenti della polizia municipale del Comune di Terzigno, i carabinieri della locale stazione e un esercito di volontari che hanno presenziato tutte le strade interessate dal percorso.