TORRE DEL GRECO. Da slargo abbandonato a piazzetta-cuore del Porto dedicata alle vittime di Genova.

Al via la petizione per dedicare largo Gabella del Pesce, lo spiazzale con vista mare in corso Garibaldi, ai quattro giovani di Torre del Greco, Antonio Stanzione, Giovanni Battiloro, Gerardo Esposito e Matteo Bertonati, vittime del crollo del Ponte Morandi nell’ agosto 2018. Dedicare a loro la piazzetta e installarvi un monumento alla memoria: questa la richiesta partita dall’associazione Sviluppo Area Porto, presieduta da Carlo Esposito, titolare del pub Red Hot Tower che l’8 marzo scorso ha subito un attentato con una bomba incendiaria, di cui non si conoscono ancora le cause. «E’ nostro intento che questa antica piazzetta- ha detto Carlo Esposito – diventi il centro propulsore dell’area con l’omaggio ai quattro giovani torresi vittime del Ponte Morandi che, a parte l’intento di un monumento al cimitero, non hanno ancora un luogo dedicato. Pensiamo a dedicargli la piazzetta e ad un monumento o una colonna con i loro nomi». Dal raid, non ancora chiaro se di matrice camorristica, è nata l’associazione Sap che coinvolge le attività imprenditoriali dell’area portuale, il cui scopo è di contribuire allo sviluppo della zona e alla riqualificazione del porto. Tra le priorità dell’associazione, inoltre, la «Riabilitazione del progetto per lo sviluppo del Porto di Torre del Greco».