SOMMA VESUVIANA. Non ha neanche 30 anni eppure col suo modo di fare, le tecniche utilizzate sempre innovative e al passo con i tempi, la simpatia e bravura del suo staff è diventato uno degli hair stylist più noti dell’area vesuviana, le cui foto e video girati nel suo salone (in via Roma 82 a Somma Vesuviana) stanno spopolando sui social network.

E’ Daniele Vanzanella che ha conseguito la qualifica di acconciatore nel 2002, ma che ha cominciato ad “imparare” il mestiere da giovanissimo. “La passione e l’amore che ho per questo lavoro è nata sin da piccolo”, racconta Daniele Vanzanella, “guardavo mio fratello maggiore, che fa il barbiere, mentre tagliava i capelli e mi incantavo nel guardarlo all’opera. Ho iniziato a lavorare a 14 anni, come apprendista, presso uno salone di Sant’Anastasia, e ci sono rimasto per 3 anni. In quel periodo, per circa 6 anni, ho frequentato le migliori accademie italiane. Una di queste la Gsg di Gerry Santoro, dove ho seguito master su taglio colore, ho imparato a tagliare i capelli da asciutto, stile anglosassone quello che viene chiamato ‘taglio sartoriale’ tecniche che uso tutt’ora nel mio salone. Ho frequentato per anni anche l’accademia GREAT LENGTHS apprendendo tecniche per allungamento capelli, che mi hanno fatto diventare un esperto nell’applicazione delle ciocche”. Nel 2011, ad appena 24 anni decide di aprire un salone in società, e come Adv (formatore) dell’azienda MATRIX ha potuto lavorare al fianco di grandi stilisti internazionali come Franco Della Grazia, Jamie Stevens, Paul Falltrick. Ha partecipato anche al “World fashion tour” di ROMA insieme a Gennaro Diana Hair Stylist. Nel 2015 decide di aprire un salone tutto suo e nel quale lavorano 5 assistenti: Cinzia Maione, 34 anni, receptionist, Rossella Vecchione, 20 anni, addetta all’hair care, Michele Pirozzi 22 anni e Marina Busiello 22 Hair Stylist, Annapaola Perillo, 25 anni, Make Up artist. “Sono dei validissimi collaboratori”, aggiunge Vanzanella, “Con loro ho ricreato un ambiente familiare, più che un titolare mi sento un loro collega, facciamo una riunione settimanale dove parliamo non solo di lavoro, ma anche dei nostri progetti personali. Con professionalità e disponibilità facciamo sentire le nostre clienti coccolate e come se fossero a casa propria, e sono orgoglioso di dire che questo è un nostro punto di forza che ci sta facendo avere tanto successo. Le persone che frequentano il nostro salone trovano sempre nuove proposte e offerte per ogni tipo di esigenza. La cosa che attualmente mi rende più fiero è portare avanti un’attività fatta di sani principi e di giovani talenti che, nonostante l’età, sono già esperti nel loro settore. In un mondo del lavoro dove si parla solo di crisi noi la combattiamo con il sorriso e la determinazione. Mi ispiro alle parole del fondatore di Apple, Steve Jobs che disse: L’unico modo di fare un ottimo lavoro è amare quello che fai. Se non hai ancora trovato ciò che fa per te, continua a cercare, non fermarti, come capita per le faccende di cuore, saprai di averlo trovato non appena ce l’avrai davanti. E, come le grandi storie d’amore, diventerà sempre meglio col passare degli anni. Quindi continua a cercare finché non lo troverai. Non accontentarti. Sii affamato. Sii folle”. Ma Vanzanella non si ferma mai e continua a specializzarsi. “Per far crescere ed elevare il nostro livello professionale, ci siamo affidati ad un gruppo chiamato ‘Parrucchieri rockstar’ che ha come mentore Luca Picchio”, aggiunge il giovane hair stylist, “una persona molto saggia e carismatica che sa dare la giusta carica emotiva, ricco di esperienza, sa dare i giusti consigli al momento giusto visto che gestisce a Roma un salone con 30 dipendenti oltre ad un gruppo di persone come me in tutta Italia. Ultimamente ho partecipato ad un contest di l’Oreal (UNITED PRO FUTURE) al Cosmoprof di Bologna, dove ci siamo distinti per un lavoro artistico. Non dimentichiamo neanche il sociale, siamo impegnati con l’associazione ‘Vesuviani Sodales’ che organizza, tra l’altro, miss Solidarietà”.
Insomma di motivi per fare un salto nel salone di Daniele Vanzanella a Somma Vesuviana ce ne sono tanti, ma per trovarne di altri ancora basta guardare le foto che pubblichiamo e i video che vengono postati sulla pagina ufficiale del salone.

Gabriella Bellini è nata nel 1976 a Tropea (VV), giornalista professionista dal 2003, ha cominciato a lavorare nel 1994 nella redazione giornalistica di Televideo Somma, ha collaborato con Tele Oggi, Il Giornale di Napoli, Il Mattino, il Corriere del Mezzogiorno (dorso campano del Corriere della Sera), Cronaca Vera, Retenews, è stata redattore del settimanale Metropolis (poi diventato quotidiano) e di Cronache di Napoli. Ha condotto un programma di informazione e approfondimento su Radio Antenna Uno. Nel febbraio 2007 ha creato con altri colleghi il sito web laprovinciaonline.info di cui è il direttore. Nel 2009 ha ottenuto il prestigioso riconoscimento all’Impegno Civile del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, destinato ad un giovane cronista che si “sia distinto nel suo lavoro sul tema della diffusione della Cultura della Legalità” ottenendo così il premio nazionale “Per la Cultura della Legalità e per la Sicurezza dei Cittadini”. Nel 2012 il Premio internazionale Città di Mariglianella “Gallo d’Oro” per i “numerosi reportage sui temi della povertà e dell’emarginazione”. Nel 2013 il premio “Città di Saviano, giornata per la legalità” per “L'impegno profuso a favore della promozione e diffusione dei valori della legalità". Nel 2015 menzione speciale “L’ambasciatore del sorriso” per “L’instancabile attività di reporter, votata a fotografare con sagacia le molteplici sfaccettature della nostra società”. Nel 2016 il Premio “Antonio Seraponte” con la seguente motivazione “Giornalista professionista sempre presente e puntuale nel raccontare i fatti politici e di cronaca che interessano la città di Somma Vesuviana e non. In poco più di un decennio a suon di bravura ha ottenuto prestigiosi riconoscimenti per essersi distinta su temi importanti come la diffusione della cultura della legalità, della sicurezza dei cittadini e per l’impegno sui temi della povertà e dell’emarginazione”.