sabato 26 Novembre 2022
HomeCronacaOrrore a scuola. Prof ucciso a coltellate a Melito

Orrore a scuola. Prof ucciso a coltellate a Melito

Melito. Ucciso a coltellate e abbandonato nel giardino della scuola. È morto così un docente di 64 anni, Marcello Toscano.
Ieri sera verso le 22:30 a Melito di Napoli, all’interno del perimetro interno della scuola media Marino Guarano, i carabinieri hanno rinvenuto il corpo senza vita di Toscano. L’uomo era insegnante di sostegno in quella scuola e le sue ricerche erano partite alle 20 quando i familiari hanno lanciato l’allarme visto che non ne avevano più notizie.
Dai primi accertamenti pare che la morte sia riconducibile a un’aggressione con arma bianca ma è ancora tutto da verificare.
Indagini in corso da parte dei Carabinieri che hanno acquisito diverse immagini dalle telecamere presenti in zona.
Il figlio della vittima si è presentato in caserma a Mugnano alle ore 19.25.
I carabinieri hanno raccolto la denuncia di scomparsa, avviando immediatamente le ricerche.
Intorno alle 21.00/21.30 la figlia ha individuato la macchina del padre nei pressi della scuola e ha chiamato in caserma a Mugnano.
I militari della stazione locale sono arrivati sul posto, hanno fatto aprire i cancelli dai custodi e sono entrati nel perimetro della struttura. Hanno ispezionato tutti i locali, interni ed esterni.
A trovare il corpo in un’aiuola proprio i militari.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti