venerdì 23 Aprile 2021
HomePoliticaParco urbano a Vincenzo Liguori, lunedì cerimonia a San Giorgio

Parco urbano a Vincenzo Liguori, lunedì cerimonia a San Giorgio

POLLENA TROCCHIA – SAN GIORGIO A CREMANO. Un Parco urbano dedicato alla memoria di Vincenzo Liguori, vittima innocente della criminalità nella città di San Giorgio a Cremano.

L’appuntamento con la cerimonia di intitolazione è fissato per lunedì 2 maggio alle ore 11 a San Giorgio a Cremano, comune che ha deciso di intestare la struttura pubblica di via Aldo Moro al meccanico che lavorava proprio lì vicino e che lì trovò la morte il 13 gennaio del 2011, raggiunto da una pallottola che lo colpì per errore. Parteciperanno all’evento, oltre che i familiari della vittima, le scuole del territorio (gli alunni di alcune di esse hanno contribuito a co-progettare il Parco) e varie figure del mondo istituzionale e associativo, con rappresentanti delle forze dell’ordine e del giornalismo. Accanto al sindaco di casa Giorgio Zinno e alla sua amministrazione, sarà presente anche il Primo cittadino di Pollena Trocchia, Francesco Pinto, accompagnato da altri amministratori del comune vesuviano del quale Liguori era originario. “Invito i cittadini di Pollena Trocchia a spostarsi a San Giorgio a Cremano per prendere parte alla cerimonia di intitolazione del Parco di via Aldo Moro alla memoria di un nostro concittadino onesto ed esemplare” ha esordito Pinto. “Si tratta di un’iniziativa di grande valenza simbolico: dedicare un luogo pubblico a una vittima innocente della criminalità significa assumere un doppio impegno, quello della memoria e al tempo stesso anche quello di voler condurre una strenua battaglia, culturale prima di tutto, contro la violenza e le mafie. Proprio per questo è ferma intenzione dell’amministrazione comunale da me guidata intitolare anche uno spazio della nostra cittadina a Vincenzo” ha concluso il sindaco di Pollena Trocchia.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti