mercoledì 28 Luglio 2021
HomeAttualitàPatologie rare. Coccia (Pd): "Occorre servizio di consegna farmaci"

Patologie rare. Coccia (Pd): “Occorre servizio di consegna farmaci”

SANT’ANASTASIA. Il consigliere del Partito Democratico di Sant’Anastasia Raffaele Coccia ha consegnato il 17 maggio una richiesta di organizzazione di un servizio di raccolta delle richieste e di consegna dei farmaci forniti dall’ASL Na3SUD.

Tale richiesta è stata fatta, nello specifico, al sindaco Lello Abete e all’assessore alle politiche sociali Cettina Ciliberti, ed è stata portata in conseguenza del disagio provocato dal trasferimento dei servizi dell’Asl da via Arco in altri comuni limitrofi.
Molti disagi, in particolare, sta causando lo spostamento della Farmacia distrettuale a Cercola, in via Cupa Travi. Tale farmacia, infatti, fornisce ai cittadini anastasiani i farmaci per la cura delle malattie rare e quelli destinati alla cura di particolari patologie.
Questa situazione sta causando non pochi problemi ai cittadini di Sant’Anastasia, che giustamente si lamentano perché la sede dell’ASL di Cercola non è facilmente raggiungibile: è lontana e non ci sono servizi di mezzi pubblici adeguati.
“Chiedo all’amministrazione comunale di predisporre un servizio per la ricezione delle richieste, con un numero di telefono dedicato – afferma il consigliere Coccia – e un servizio di consegna a domicilio o presso la sede del Comune di Sant’Anastasia, dei farmaci per la cura delle malattie rare e per la cura di particolari patologie, che purtroppo colpiscono i nostri concittadini”.
Il consigliere del partito democratico ritiene che tale servizio potrebbe essere svolto dai ragazzi del Servizio Civile, che secondo lui sono impegnati per attività di ufficio e non per gli obiettivi dei progetti per i quali sono stati selezionati.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti