lunedì 8 Marzo 2021
Home Politica A Pomigliano nasce il Comitato per il Sì al Referendum

A Pomigliano nasce il Comitato per il Sì al Referendum

POMIGLIANO D’ARCO. Venerdi pomeriggio 10 giugno , c’è stata la presentazione del comitato per il Si al referendum Costituzionale -Pomigliano Si Riforma- Comitato civico sorto da un gruppo di cittadini di orientamento politico differente.

Nella città di Luigi di Maio, candidato premier dei Cinquestelle ( il M5S raccoglie quasi il 30%) con una schiacciante maggioranza di centrodestra (53% alle comunali dello scorso anno) un comitato Civico nasce per convincere la maggioranza degli elettori a sposare le ragioni del Si alle riforme.

“Mettiamo insieme energie differenti e veniamo da esperienze diverse , alcuni di centrodestra, altri di sinistra, alcuni di estrazione civile; abbiamo un obbiettivo comune:
Puntiamo al 51% di Si a Pomigliano.
Siamo qui oggi, come quegli Incoscienti che riuscirono nell’Impresa perché non sapevano che era impossibile. Il Si cambia, o tutto resta com’è.”
Così Roberto iossa, ex assessore alle Culture&Gioventù, Coordinatore del Comitato “SI RIFORMA POMIGLIANO”

All’incontro, è intervenuto il sindaco di Ercolano Ciro Buonajuto, venuto a portare la solidarietà dopo gli incresciosi episodi di minacciose scritte sui manifesti per il Si apparsi nei pressi delle Fabbriche, su cui le Forze dell’Ordine stanno indagando:
-Questi episodi barbari non ci faranno recedere di un millimetro; portiamo avanti il nostro entusiasmo verso il Cambiamento : riduzione del numero dei senatori, tetto agli stipendi dei consiglieri regionali , referendum propositivo e abbassamento del quorum del referendum abrogativo. Una nuova stagione di”buona politica” per battere l’anti politica.
Pomigliano può essere un Laboratorio politico.-

La senatrice Angelica Saggese ha concluso: -nuovo rapporto tra Stato e Regioni, razionalizzazione delle competenze, velocità nel legiferare senza più Ping pong delle leggi tra camera e Senato.
Al Referendum di Ottobre voteremo Sì per il futuro, non contro qualcuno-

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti