giovedì 22 Aprile 2021
HomePoliticaGd sul consigliere De Falco: "Ecco perchè è giusta la sua sospensione"

Gd sul consigliere De Falco: “Ecco perchè è giusta la sua sospensione”

SOMMA VESUVIANA. Sulle esternazioni del consigliere comunale del Pd, Crescenzo De Falco, anche i Giovani democratici hanno deciso di inviare una nota che di seguito pubblichiamo.

Negli ultimi giorni noi Giovani Democratici di Somma Vesuviana ci siamo trovati più volte a leggere con stupore diverse dichiarazioni ed uscite pubbliche del consigliere Crescenzo De Falco.

In principio furono accuse agli altri consiglieri del PD. Credevamo fosse doveroso, quasi scontato, che dopo dichiarazioni simili (ma anche prima) il Consigliere De Falco chiedesse in direttivo di chiarire, spiegare o anche solo riportare il suo J’accuse. Ad oggi vi sono ancora versioni contrastanti.

Successivamente sulla sua pagina comparve una frecciatina indirizzata ad un qualcuno non meglio identificato, reo di volergli dare lezioni di moralità senza averne i titoli in quanto macchiatosi di “aver celebrato un congresso GD falso”(cit.). Potrà sembrare paradossale ma noi GD non ci siamo minimamente sentiti chiamati in causa. Il consigliere, prima che presidente della commissione trasparenza del comune di Somma Vesuviana, è un politico esperto e di certo saprà che accuse così poco “trasparenti”, buttate lì, senza un destinatario preciso lasciano il tempo che trovano, risultando spesso addirittura risibili. Al massimo possono suscitare dispiacere o rancore ma non è stato questo il caso.
Noi Giovani Democratici di Somma Vesuviana sappiamo come si è svolto il nostro congresso e sappiamo che, come nostro solito, abbiamo rispettato tutte le regole del caso. Al primo direttivo utile eravamo intenzionati a riportare il tutto e presentare la nuova segreteria ai compagni del PD. Quella sera, però , la riunione non si è svolta in quanto subito il consigliere De Falco chiese l’allontanamento dei GD non membri del direttivo ( nonostante in genere sia permesso presenziare a tutti i membri del partito) salvo poi lasciare, urlando, la sezione egli stesso nonostante lo avesse ottenuto. All’ordine del giorno vi era anche il caso So.Fi.Coop.
Qualora avesse manifestato in quell’occasione qualche dubbio sul nostro congresso e non si fosse limitato ad attaccarci saremmo stati ben lieti di chiarirgli ogni perplessità e, nel caso non vi fossimo riusciti, lo avremmo invitato a fare ricorso alla commissione di garanzia dei GD Napoli, cosa che facciamo anche in quest’occasione, dato che al momento oltre alle accuse infondate c’è il nulla.

Passano i giorni e il consigliere accusa ancora una volta esponenti del PD locale di incapacità, paragona il suo stesso partito al KGB sovietico e ne chiede il commissariamento.

Arriva l’8 giugno, è prevista l’assemblea degli iscritti. Come è immaginabile molti si aspettano delucidazioni o quanto meno un commento del consigliere De Falco ma questi è assente.
Il giorno dopo circolano sul web foto che lo ritraggono a cena, la sera prima, in concomitanza con l’assemblea, col sindaco ed esponenti della maggioranza. IL consigliere De Falco si difende ricordando che “la vita le idee e le convinzioni politiche di ognuno sono un conto, il privato resta altro” ( cit.). Giustamente, aggiungiamo noi, se non fosse altro che forse in quella sera sarebbe stato più opportuno essere presente all’assemblea del proprio partito piuttosto che ad una cena con una maggioranza di cui il PD è opposizione.

Oggi, però, leggiamo, ancora una volta sulla sua pagina, un post in cui viene attaccata brutalmente sul piano personale un’iscritta e militante del Partito Democratico.

Noi GD di Somma Vesuviana ci teniamo dissociarci da quest’uscita di pessimo gusto e ad esprimere tutta la nostra solidarietà alla compagna offesa.
Prendiamo atto di quanto la coerenza, per il Consigliere in questione, sia un elemento secondario dato che con un post del genere smentisce il suo pensiero riguardo la separazione tra il piano politico e quello personale.
Non possiamo fare a meno di unirci alla dura condanna espressa dal Capogruppo dott.Giuseppe Cimmino e dal Segretario dott.Giuseppe Auriemma e siamo pienamente concordi con la richiesta di quest’ultimo di chiedere la sospensione del Consigliere De Falco in quanto atto dovuto ai tanti iscritti che si riconoscono nel Partito Democratico di Somma Vesuviana e nei suoi valori.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti