domenica 26 Settembre 2021
HomeNewsCarnevale sale in cattedra..., sabato mattina alla "Montessori"

Carnevale sale in cattedra…, sabato mattina alla “Montessori”

SOMMA VESUVIANA. Sabato 25 febbraio 2017 alle ore 10.00 il Carnevale salirà in cattedra all’Istituto Montessori in veste di un moderno maestro per un approfondimento dettagliato di alcune considerazioni riguardanti l’evoluzione del processo dello sviluppo cognitivo ed affettivo, per orientare l’educazione del bambino alla comprensione dei diritti dell’uomo, onde promuovere la tolleranza, la cooperazione ed il rispetto degli altri popoli e della diversità di altre culture nell’attuale società globalizzata della conoscenza.

Il neo assunto “maestro” di fama planetaria ,infatti, con il suo estro è in linea con l’antropologia pedagogica di M.Montessori. Talché versatile, intercetta i bisogni intimi ed occulti dell’infanzia e si adopera per liberare la vita potenziale repressa che si deve svolgere universalmente in tutti i bambini. Li svincola festosamente dagli ostacoli naturali ed antropici che ne impediscono il normale sviluppo armonico ,organico e spirituale per la rigenerazione umana atta ad affrontare, con sicurezza ed armonia, la grande avventura dell’istruzione e della formazione con approccio integrato nel gruppo con la massima coesione possibile per opporsi insieme alla sfida del futuro.
Ebbene, dopo i lavori di abbellimento a gara delle proprie aule con maschere, festoni ed altri ritrovati e motivi carnevaleschi, già nei nostri laboratori, trasformati in operosi e stimolanti atelier, ludicamente operativi, i bambini polarizzano l’attenzione, ipotizzano, calcolano, paragonano , discutono, fanno differenze e analogie, scelgono e creano. Diretti da insegnanti e genitori sono impegnati nella creazione di maschere ed abbigliamenti per il travestimento. Per allontanare ogni forzatura imposta da quei genitori che insistono nel prescegliere loro i paludamenti indesiderati dai figli e che trasformano la festa in occasione di ansia, disagio, emozioni negative e fobie varie, provocate da situazioni ambigue, nei nostri atelier sono affissi cartelli che vietano ai genitori di sostituirsi ai piccoli e di rimettersi alle loro preferenze e desideri.
Per non turbare, quindi, la lieta atmosfera di interscambio affettivo e di condivisione felice, ad ogni bambino è assicurata, pertanto, la facoltà di scelta del costume che desidera indossare nel giorno di Carnevale per esibirsi nella drammatizzazione da protagonista narcisistico e vanitoso, contento di vedersi apprezzato come maestro di virtù da tutti quelli che l’osservano sul palco e nella sfilata, inorgoglito dalla sua prescelta situazione magica e fiabesca con cui potrà fantasticare, creare ed illudersi di realizzare in piena libertà insieme agli altri il suo sogno represso durante l’anno.
Le maschere dell’Istituto Alberghiero allieteranno anche il palato con le loro dolci sortite culinarie della tradizione carnevalesca campana.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti