domenica 14 Agosto 2022
HomePoliticaOttaviano. Nocerino in consiglio comunale mostra le foto: "Periferie sporche, basta con...

Ottaviano. Nocerino in consiglio comunale mostra le foto: “Periferie sporche, basta con le bugie” VIDEO

Ottaviano. Una serie di fotografie mostrate in consiglio comunale per attestare che le periferie di Ottaviano sono sporche, e chi dice il contrario mente. Così Andrea Nocerino, leader dell’opposizione ha sostenuto la mozione di sfiducia che aveva presentato insieme ai consiglieri del suo schieramento, Rosamaria Autorino, Emanuele Ragosta e Raffaele Annunziata, per chiedere che venisse revocata la delega alla Nettezza Urbana al consigliere di maggioranza Giorgio Marigliano.

Mozione su cui, al momento del voto in aula, si sono astenuti i consiglieri Francesca Ambrosio e Felice Picariello ed hanno votato contro, naturalmente, i colleghi della maggioranza di alcuni dei quali per la prima volta si è udita la voce in assise, almeno dallo scorso giugno ad oggi non era mai accaduto, mentre nel corso della seduta hanno preso la parola per confermare “piena fiducia” nel’operato Marigliano, che considerano una persona “attenta e disponibile”.
Eppure Nocerino aveva presentato la mozione con un discorso di oltre 15 minuti (che potete vedere nel video allegato) spiegando come erano stati disattesi diversi articoli del capitolato d’appalto firmato tra il Comune e la ditta Gpn che ha vinto la gara e si occupa del servizio.
“Nell’ultimo consiglio comunale abbiamo chiesto la revoca della delega alla Nettezza Urbana al consigliere Giorgio Marigliano per aver danneggiato le casse comunali”, spiega Nocerino, “I paventati annunci sul miglioramento del servizio di raccolta dei rifiuti sono rimasti lettera morta. Da qui la necessità di chiedere al sindaco di ritirare la delega conferitagli. Ci sono periferie abbandonate che sono discariche a cielo aperto, non si può continuare a fingere che tutto vada bene millantando alte percentuali di raccolta differenziata. Inoltre il capitolato non è stato rispettato in quanto ci sono servizi che non stati espletati, più relazioni che non possono essere ignorate da dove si evince chiaramente l’inadempienza degli obblighi contrattuali. Si prenda atto di quanto detto – conclude il capo della minoranza – dei documenti, degli atti e delle note protocollate, non delle solite chiacchiere e degli spot che servono solo a confondere le idee ai cittadini offendendo e sottovalutando la loro intelligenza. La trasparenza innanzitutto”. Ma le motivazioni esposte con tanta convinzione e prove fotografiche alla mano da Nocerino, e ribadite con veemenza anche dal consigliere Ragosta (qui dal minuto 59 https://www.facebook.com/laprovinciaonline.info/videos/10155532114564271/ e qui https://www.facebook.com/laprovinciaonline.info/videos/10155532309654271/ il video del suo intervento), che si è presentato in aula con un corposo dossier che ha citato più volte riguardo gli atti intercorsi tra l’ufficio comunale Ambiente e la ditta, non ha smosso di un centimetro la maggioranza del sindaco Luca Capasso. Anzi, proprio Capasso ha difeso a spada tratta Marigliano ( dal minuto 1.10 https://www.facebook.com/laprovinciaonline.info/videos/10155532349284271/) e le scelte poste in essere riguardo il “controllo” sulla gestione dei rifiuti. Poi lo stesso Marigliano ha chiarito la sua posizione cominciando col dire che il consiglio comunale fissato sulla mozione che lo riguardava era da considerarsi uno spreco di denaro pubblico (qui dal minuto 10,48 il suo intervento https://www.facebook.com/laprovinciaonline.info/videos/10155532349284271/). Una seduta consiliare che potrà servire ai cittadini, invece, per farsi un’idea del perchè la città, in alcuni tratti, risulta sporca con tanto di discariche a cielo aperto, e perchè molti servizi per cui il Comune paga regolarmente in realtà non sono mai stati svolti.

Gabriella Bellini
Gabriella Bellini è nata a Tropea (VV), giornalista professionista dal 2003, ha cominciato a lavorare nel 1994 nella redazione giornalistica di Televideo Somma, ha collaborato con Tele Oggi, Il Giornale di Napoli, Il Mattino, il Corriere del Mezzogiorno (dorso campano del Corriere della Sera), Cronaca Vera, Retenews, è stata redattore del settimanale Metropolis (poi diventato quotidiano) e di Cronache di Napoli. Ha condotto un programma di informazione e approfondimento su Radio Antenna Uno. Nel febbraio 2007 ha creato con altri colleghi il sito web laprovinciaonline.info di cui è il direttore. Dal 2017 è componente della Commissione Pari Opportunità dell'Ordine dei Giornalisti della Campania Nel 2009 ha ottenuto il prestigioso riconoscimento all’Impegno Civile del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, destinato ad un giovane cronista che si “sia distinto nel suo lavoro sul tema della diffusione della Cultura della Legalità” ottenendo così il premio nazionale “Per la Cultura della Legalità e per la Sicurezza dei Cittadini”. Nel 2012 il Premio internazionale Città di Mariglianella “Gallo d’Oro” per i “numerosi reportage sui temi della povertà e dell’emarginazione”. Nel 2013 il premio “Città di Saviano, giornata per la legalità” per “L'impegno profuso a favore della promozione e diffusione dei valori della legalità". Nel 2015 menzione speciale “L’ambasciatore del sorriso” per “L’instancabile attività di reporter, votata a fotografare con sagacia le molteplici sfaccettature della nostra società”. Nel 2016 il Premio “Antonio Seraponte” con la seguente motivazione “Giornalista professionista sempre presente e puntuale nel raccontare i fatti politici e di cronaca. In poco più di un decennio a suon di bravura ha ottenuto prestigiosi riconoscimenti per essersi distinta su temi importanti come la diffusione della cultura della legalità, della sicurezza dei cittadini e per l’impegno sui temi della povertà e dell’emarginazione”. Nel 2019 il premio Napoli Cultural Classic "Donna straordinaria, esponente della stampa locale che attraverso la sua autentica e graffiante penna racconta il nostro territorio anche fuori dai confini. Sempre attenta alla realtà politico-sociale che analizza con puntualità e chiarezza, riesce a coniugare la divulgazione al grande pubblico con l'obiettività suggerita dalla grande esperienza umana che l'accompagna". Nel 2022 Premio di giornalismo “Francesco Landolfo”

Articoli recenti