mercoledì 1 Dicembre 2021
HomePoliticaCon 656 preferenze è Gifuni il più votato a S.Anastasia

Con 656 preferenze è Gifuni il più votato a S.Anastasia

Egea - Black Friday

Sant’Anastasia. Con 656 preferente è Mario Gifuni (Sant’Anastasia in volo a sostegno di Lello Abete) il più votato tra i candidati consiglieri di Sant’Anastasia.

Gifuni, consigliere comunale uscente, è matematicamente seduto sugli scranni di palazzo Siano. Adesso bisogna aspettare il ballottaggio per sapere se sarà in maggioranza o all’ opposizione. “Il buon risultato elettorale”, commenta, “scaturisce dal mio operato sul territorio e soprattutto per il dialogo intrapreso con le persone. Infatti preferisco stare tra le gente, ascoltare le problematiche nelle strade e non attaccato ad una poltrona o fermo in un palazzo”. Ha ricordato, inoltre, molti progetti da lui realizzati come il sistema fognario in via Padre Pio (zona Murillo di Trocchia), manutenzione dell’alveo Trocchia, la partecipazione della giornata Fai (rivalorizzando le briglie borboniche nella zona del volto santo) e soprattutto la rottamazione dei veicoli di proprietà comunale, dismessi da decenni dove però l’Ente pagava lo stesso la tassa di possesso, apportando così un notevole risparmio nelle casse comunali. “Se il mio candidato sindaco Lello Abete riuscirà a vincere il turno di ballottaggio e riuscirò a far parte della maggioranza” dice Gifuni “Le mie priorità saranno due: il lavoro, e mi occuperò di creare degli sbocchi mediante lo sblocco dei Pip e poi l’impegno contro gli abbattimenti per gli abusi di necessità. Vengono abbattute molte case dove vi abitano famiglie con bambini, creando traumi enormi. Ciò non toglie che mi batterò lo stesso con tenacia per questi due punti, anche se dovessi andare all’opposizione”.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti