giovedì 8 Dicembre 2022
HomeAppuntamentiA Casal di Principe Enzo Muscia: l'uomo che salvò l'azienda che lo...

A Casal di Principe Enzo Muscia: l’uomo che salvò l’azienda che lo aveva licenziato

BUONE NOTIZIE A CASAL DI PRINCIPE, OSPITE L’EROE ENZO MUSCIA

L’eroe italiano con il volto di Peppe Fiorello su Rai Uno è Enzo Muscia, ospite il 22 Febbraio dalle ore 18 presso la biblioteca comunale di Casal di Principe, Il Grillo Parlante. Per il 25esimo anniversario della morte di Don Peppe Diana, la rassegna Transit – scrittori di passaggio – descrive un format che accompagna artisti, intellettuali e personaggi del mondo dello spettacolo e della cultura, una “Chiamata alle arti” all’interno del Premio Buone Notizie al fine di promuovere iniziative all’interno della prima biblioteca comunale di Casal di Principe. L’imprenditore di Saronno diventa famoso per aver dimostrato coraggio e determinazione. Subito dopo aver perso il lavoro, l’ex operaio decide di ipotecare la propria casa per rilevare la fabbrica e salvare tutti i dipendenti dal licenziamento. Enzo Muscia comincia daccapo e come direttore commerciale prende decisioni difficili, mentre spera nella vita e nella guarigione di un figlio nato prematuro e con gravi problemi cardiaci.
Il meeting – moderato da Angelo Travisano – vuole dimostrare l’unione possibile tra la città Terra di lavoro e le grandi personalità creative italiane. “La visita di Enzo Muscia a Casal di Principe rappresenta l’incontro tra un nuovo eroe italiano e una comunità “eroica” che cerca di riscattarsi dai falsi casalesi. Un incoraggiamento – ricorda Luigi Ferraiuolo, segretario Premio Buone Notizie – a far nascere progetti, fiction o reti di comunicazione prive di omertà e paura”.
Per l’appuntamento dedicato al più importante premio giornalistico internazionale, il sindaco Natale ci ricorda che “La Campania e in particolar modo la cittadina di Casal Di Principe è uno scenario italiano simbolo di gravissimi fatti di sangue, conseguenza di trent’anni di occupazione militare criminale del territorio nella indifferenza di tutti; ma nello stesso tempo è la cittadina simbolo del rinascimento, di riscatto, di rinascita di una terra”.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti