lunedì 20 Settembre 2021
HomeAppuntamentiAbolire la caccia ORA si può! Due quesiti referendari

Abolire la caccia ORA si può! Due quesiti referendari

E’ attiva la raccolta FIRME ONLINE per i due quesiti referendari sulla caccia promossi da ORA Rispetto per tutti gli Animali.

Sabato 11 settembre ha preso il via – in concomitanza con il REFERENDUM CANNABIS LEGALE – anche la raccolta firme online per il REFERENDUM che intende abolire la caccia libera, ludica e sportiva (richiesta modifica legge 157/92) e dare lo stop ai cacciatori liberi di sparare agli animali anche all’interno delle proprietà private (richiesta abrogazione art. 842 codice civile 1 e 2 comma).

La piattaforma è la stessa già operativa per il REFERENDUM EUTANASIA LEGALE e autorizzata a raccogliere firme certificate e valide per la sottoscrizione di referendum e leggi di iniziativa popolare.

Per firmare online serve lo SPID ma ci si può autenticare anche al momento direttamente sulla piattaforma.

Le operazioni sono semplici e veloci ed è possibile sostenere l’iniziativa referendaria con una piccola donazione di 2 euro che aiuta a coprire i costi della firma digitale comunque sostenuti da ORA Rispetto per tutti gli animali.

“Anche gli italiani all’estero possono adesso contribuire con la loro firma per aiutare gli animali”, ricorda Giancarlo de Salvo presidente di ORA Rispetto per tutti gli Animali, che aggiunge: “ormai la caccia è aperta tutto l’anno e gli animali hanno bisogno di essere concretamente protetti e tutelati da questo “sport” che, nonostante sia praticato ormai da poche centinaia di migliaia di persone, è difeso con le unghie e con i denti da una delle lobby più potenti al mondo, con la colpevole INERZIA delle grandi associazioni animaliste e ambientaliste italiane comunque beneficiarie di milioni di euro ogni anno attraverso il 5 per mille”. (ufficiostampa.rispettoanimali).

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti