martedì 27 Luglio 2021
HomeCultura e SpettacoliAcerra, "Così parlò Bellavista": al Teatro Italia lo spettacolo di De Crescenzo

Acerra, “Così parlò Bellavista”: al Teatro Italia lo spettacolo di De Crescenzo

l libro e il film cult degli anni 80 in trasposizione teatrale con Maurisa Laurito, Geppy Gleijeses e Benedetto Casillo.

Il giorno 7 febbraio 2019, alle ore 20.45, quarto appuntamento della stagione teatrale 2018/19, con “Così parlò Bellavista“, trasposizione teatrale dell’omonimo libro e film di Luciano De Crescenzo. La commedia è stata riadattata da Alessandro Siani e daGeppy Gleijeses che ne ha curato anche la regia.

Lo spettacolo tenderà a riproporre le scene più esilaranti del film e, naturalmente, il mitico contrasto tra il professor Bellavista e il direttore dell’Alfasud Cazzaniga.

La scenografia riprodurrà la facciata del grande palazzo di via Foria dove fu girato il film, con scale praticabili dall’interno e vari elementi raffiguranti il tavolo dei pomodori, il negozio di arredi sacri, l’ascensore, il cenacolo con le musiche originali di Claudio Mattone. E ricordando sempre lo storico coautore di quel film: Riccardo Pazzaglia.

Glejeses, oltre all’ottimo lavoro sull’adattamento e sul lato registico, interpreta, con naturalezza e disinvoltura, il ruolo del professor Bellavista, che fu di Luciano De Crescenzo, riuscendo a rendere con maestria sia i momenti più comici che quelli più riflessivi, dando il meglio di sé nei passaggi più poetici.

Marisa Laurito, nel ruolo della moglie di Bellavista, si mantiene fedele all’interpretazione cinematografica di Isa Danieli, ma la sua voce inconfondibile e la sua naturale esuberanza contribuiscono a dare al personaggio un’impronta del tutto personaleBenedetto Casillo, che come nel film interpreta il ruolo di Salvatore, vice del sostituto portiere,, ancora una volta, prova di essere un attore di razza dall’ impareggiabile verve comica.

Info e prenotazioni: Tel. 081 5203174

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Saverio Falco
Giovane studente, intraprendente, ricco di fantasia, creativo e gioioso. E' veramente un piacere avere tra noi autori, scrittori, giornalisti, filosofi, ma soprattutto ragazzi come quello odierno: un'anima che ama la cultura in tutte le sue sfaccettature, che trasmette un pensiero legato all'amore puro, dai sentimenti profondi. Nel 2012 fa il suo battesimo con la carta stampata, rivelando all'attenzione di noialtri lo spirito polivalente dell'esistenza. (A cura del poeta GIANNI IANUALE)

Articoli recenti