venerdì 19 Luglio 2024
HomeAttualitàAcerra. Giornata studi della Polizia locale e progetto "Deplastifichiamoci"

Acerra. Giornata studi della Polizia locale e progetto “Deplastifichiamoci”

ACERRA. Sabato 11 maggio giornata di studi della Polizia locale su “commercio e sicurezza”

Avrà come tema “Commercio e Sicurezza” la giornata di studi per operatori della Polizia Locale che si svolgerà sabato 11 maggio con inizio alle ore 08,30 nella splendida cornice del Castello dei Conti di Acerra.
Patrocinata dal Comune di Acerra e organizzata dall’Associazione professionale di Polizia Locale ANVU (che per il suo impegno vanta il riconoscimento della Presidenza del Consiglio dei Ministri e del Ministero dei Lavori Pubblici) in collaborazione con la Associazione P.A. sSiamo, la giornata di studi analizzerà il ruolo e i compiti degli operatori della Polizia Locale nell’ambito degli interventi di controllo commerciale; porterà i suoi saluti alla manifestazione il Sindaco di Acerra, Raffaele Lettieri, prenderanno parte il presidente della locale sezione della ConfCommercio, Emilio Esposito, nonché numerosi comandanti e agenti dei corpi della Polizia Locale della Campania e del Lazio.
A relazionare sulla materia il Dott. Michele Pezzullo, comandante a riposo di Polizia Locale che approfondirà il tema del controllo delle attività economiche e le occupazioni di suolo pubblico soffermandosi in particolare sulle novità normative nella Regione Campania; la Dott.sa Miranda Corradi, Responsabile del Servizio Interventi Economici del Comune di Mirandola (MO) terrà invece una lezione su spettacoli e trattenimenti pubblici approfondendo il tema delle autorizzazioni e dei controlli alla luce delle recenti novità normative.
La manifestazione sarà anche l’occasione per l’Associazione professionale di Polizia Locale ANVU per consegnare un premio di ringraziamento al Maresciallo Capo Cosimo Bassi del Comando di Polizia Locale di Olevano sul Tusciano (Sa) che si è reso protagonista di importanti operazioni di servizio in occasione di eventi metereologici di particolare gravità nel febbraio del 2018 soccorrendo le persone rimaste isolate ed in particolare una persona anziana che grazie al tempestivo intervento è stata soccorsa evitando un tragico epilogo in un contesto di emergenza collettiva.

Ulteriori informazioni al link: http://www.anvu.it/event/acerra-na-giornata-di-studio-commercio-e-sicurezza/

Acerra, per il progetto “Deplastifichiamoci” siglato un eco-patto tra la scuola “Ferrajolo Siani di Acerra ed il Sindaco Raffaele Lettieri

Si è svolta venerdì 3 maggio 2019, nell’Auditorium dell’istituto comprensivo “Ferrajolo-Siani” di Acerra, la manifestazione di presentazione del progetto “Deplastifichiamoci: buone prassi della Ferrajolo-Siani”, nel corso della quale, in attuazione della Deliberazione di Giunta comunale n.66 del 23/04/2019 è stato siglato un eco-patto tra la dirigente scolastica Annamaria Criscuolo ed il primo cittadino di Acerra Raffaele Lettieri. Documento che è stato condiviso e sottoscritto nella stessa giornata da alcuni dirigenti delle altre scuole del territorio e sarà successivamente posto anche alla sottoscrizione di altre dirigenti scolastici locali, con l’obiettivo di condividere la Deliberazione di Giunta comunale n.66, sottoscrivere ulteriori Ecopatti, così da adottare le buone prassi presentate dalla scuola di Acerra e bandire l’uso della plastica monouso, in piena adesione alla campagna “Plastic free”.
All’incontro con le alunne e gli alunni della scuola sono intervenuti: Raffaele Lettieri, Sindaco di Acerra; il maggiore Pietro Alvino dei Carabinieri Forestali Gruppo Napoli; Daniela Villani, delegata al Mare del Comune di Napoli; Osvaldo Cammarota, presidente Arci pesca Fisa Campania.
«Proprio qualche giorno fa abbiamo adottato la Deliberazione di Giunta “Plastic free Challenge” n.66 che promuove la sottoscrizione di ecopatti con le scuole, per diminuire l’uso della plastica, e poi con la firma del protocollo promosso dalla scuola Ferrajolo dimostriamo un’idea condivisa di città, anche nella promozioni delle azioni di sensibilizzazione. Per una città come Acerra, che ha raggiunto altissimi livelli di raccolta differenziata, sappiamo bene che lo step successivo è diminuire la quantità di rifiuti prodotti. Le scuole di Acerra hanno adottato questo protocollo, che noi definiamo ecopatto. Trovare la condivisione di questa istituzione scolastica e poi successivamente anche delle altre significa sensibilizzare tutti gli alunni, tutti i nostri figli, e potrà sicuramente essere veicolo di buone pratiche».
«L’obiettivo che ci prefiggiamo – ha dichiarato la dirigente scolastica Annamaria Criscuolo – è instillare nei nostri ragazzi la consapevolezza di essere cittadini del mondo, sensibilizzandoli alla tutela del patrimonio ambientale, inteso nella sua dimensione globale. La nostra scuola ha intenzione di promuovere ed incentivare ogni azione che sia finalizzata alla individuazione, sperimentazione e diffusione delle “buone prassi”. Abbiamo puntato a responsabilizzare tutti gli alunni, rendendoli consapevolmente ed autonomamente protagonisti di un’azione condivisa e proponendo loro un nuovo stile comportamentale basato sul concetto di economica circolare, che si contrappone con forza alla cultura dilagante dell’usa e getta. Partendo dal patto siglato oggi con il Comune di Acerra, ci attiveremo per coinvolgere in questo progetto tutte le altre scuole del territorio, per condividere un percorso di crescita e di sensibilizzazione, nella consapevolezza dell’enorme valore che hanno i “piccoli gesti” quando sono fatti da una moltitudine».
La dirigente scolastica Annamaria Criscuolo, con un pizzico di orgoglio, ha illustrato i risultati del progetto che ha visto protagonisti alunni, docenti e personale Ata, con il coinvolgimento dei genitori. Partendo dall’analisi del problema, ovvero l’inquinamento delle acque, invase da cumuli di plastica e micro-plastica, la scuola di Acerra ha voluto individuare e sperimentare una serie di “buone prassi” finalizzate all’esclusione della plastica monouso, passando attraverso gli step del riciclo e del riuso. Sono stati, complessivamente, 1745 i soggetti dell’istituto coinvolti nelle azioni progettuali. Si tratta di “piccoli gesti” che hanno consentito di eliminare, in 145 giorni (dal 17 settembre ad oggi), ben 587.443 oggetti di plastica mono-uso (227.424 tra bicchieri, stecchette e capsule per il caffè, 255.989 di bottiglie di acqua, 104.030 involucri di merende). Nella prima fase del progetto i ragazzi si sono concentrati sul concetto di riuso dei materiali plastici, realizzando abiti per una sfilata di moda con modelli che rappresentavano simbolicamente le azioni di tutela del patrimonio ambientale marino. Relativamente al riciclaggio della plastica, gli studenti hanno inoltre puntato a diffondere la cultura della raccolta differenziata, riproducendo il rap di Blebla “Non mi rifiuto”. Al termine della manifestazione è stato siglato l’eco-patto tra la dirigente scolastica Annamaria Criscuolo ed il Sindaco di Acerra

Sostieni la Provinciaonline

Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permettete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi. Clicca qui e aiutaci ad informare ⬇️.

Articoli recenti

Rubriche