venerdì 3 Febbraio 2023
HomePoliticaAcerra. Sosta auto, il sindaco: "Riduzione tariffe orario e nuovi parcometri"

Acerra. Sosta auto, il sindaco: “Riduzione tariffe orario e nuovi parcometri”

ACERRA. Il Sindaco in Commissione annuncia riduzione delle tariffe orarie per la sosta delle auto e l’installazione di nuovi parcometri elettronici.

Riduzione delle tariffe orarie per la sosta delle vetture sulle strisce blu con l’arrivo di nuovi parcometri elettronici che consentano l’indicazione preventiva del numero di targa al momento del pagamento del ticket per la sosta, probabile il pagamento di 1 centesimo di euro al minuto per la sosta dell’auto nella prima ora.
Allo studio del Comune anche altre novità, tutte annunciate questa mattina dal Sindaco di Acerra Raffaele Lettieri che ha richiesto la convocazione della Commissione consiliare “statuto e regolamento” per dare indicazioni anche relative alle modifiche regolamentari da predisporre. Modifiche della tariffa con riduzioni, ma anche controlli celeri e certi da parte degli agenti della Polizia municipale tramite l’inserimento del numero di targa sulle colonnine da parte dell’automobilista che parcheggia l’auto sulle strisce blu proprio per mantenere l’obiettivo principale di sostenere il commercio cittadino e scoraggiare la sosta continua delle vetture sulle strisce blu in prossimità dei corsi principali, così da liberarli velocemente. Il Sindaco ha ricordato i precedenti incontri avuti dall’Amministrazione con i commercianti locali, annunciando anche che, oltre alla rideterminazione della tariffa con il sistema elettronico, allo studio ci sono anche esenzioni per i medici di base che saranno impegnati in visite mediche domiciliari, possibilità di pagare il ticket con lo smartphone e abbonamento anche con Telepass. Il sistema elettronico consentirà inoltre il controllo da parte della Polizia municipale della regolarità del pagamento dell’assicurazione e del bollo auto.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti