sabato 26 Novembre 2022
HomeAppuntamentiAd Acerra parte la tre giorni di eventi per dire ‘No alla...

Ad Acerra parte la tre giorni di eventi per dire ‘No alla Violenza sulle Donne’

ACERRA – Una tre giorni di eventi tra sport, dibattiti, approfondimenti, testimonianze e spettacoli per dire ‘No alla Violenza sulle Donne’.

Si parte oggi 24 novembre al Campo Arcoleo con la premiazione del torneo interscolastico di pallavolo, pallacanestro e calcio ‘Sfi-Diamoci la Mano. In campo per essere pari’, nato per sensibilizzare attraverso l’attività sportiva la parità di genere come valore imprescindibile per costruire una società inclusiva.

Nel pomeriggio, alle ore 16, nei pressi del Comando di Polizia Locale in via Palatucci, l’amministrazione comunale inaugurerà la ‘cassetta postale rossa’: uno strumento utile a sostenere tutte le donne che chiedono un aiuto per segnalare e denunciare – anche in forma anonima – i soprusi subiti. Subito dopo ci sarà l’allestimento di un’aiuola commemorativa di ciclamini rossi all’interno del Parco Pubblico di via Manzoni.

Venerdì 25 novembre invece, alle ore 9,30, dal Parco Pubblico di via Manzoni partirà una marcia con le istituzioni scolastiche con arrivo a piazzale Renella, lì dove si terrà un flash mob.
A seguire – alle ore 11 – al Castello dei Conti il convegno ‘Oltre il Confine – Mai più limiti al rispetto delle donne nel mondo’, con la partecipazione del Sostituto Procuratore della Repubblica presso il tribunale di Nola dott.ssa Martina Salvati, degli amministratori locali e del rappresentante del centro antiviolenza ‘La Casa di Marinella’ di Acerra. Prevista in sala la presenza degli studenti delle scuole superiori.
Venerdì sera, inoltre, con la collaborazione dell’associazione ‘Youth’, dalle ore 20 spazio alle ‘passeggiate’ nel giardino del Castello tra danza, musica e testimonianze di donne che hanno seguito il percorso presso il centro antiviolenza. Nell’occasione verrà predisposta una teca per il taglio delle ciocche di capelli in segno di solidarietà alle donne iraniane.
Sabato pomeriggio, infine, alle ore 16, la chiusura degli eventi nella Sala Baronale del Castello dei Conti con la ‘Cintura Rosa’, una lezione gratuita di difesa personale a cura dello Studio Arti Marziali del maestro Salvatore Tamburro.

Una serie di manifestazioni che vede l’impegno di tutte le donne della giunta comunale guidata dal sindaco Tito d’Errico. Gli assessori Maria De Rosa, Francesca La Montagna, Milena Petrella e Milena Tanzillo, infatti, insieme ai consiglieri Patrizia De Sena e Maddalena Terracciano, sono stati protagonisti di uno spot realizzato per coinvolgere l’opinione pubblica sull’importanza delle iniziative di contrasto alla violenza di genere.

“Mai più donne dalle mani insanguinate, mai più limiti al rispetto delle donne nel mondo. Da Acerra arriva un segnale forte di libertà. Ci siamo soffermati a ragione su cosa potevamo fare per spingere le vittime di violenza a chiedere aiuto, ad uscire dal silenzio con la possibilità di scegliere, di parlare, di confrontarsi. Perché è inaccettabile continuare a vedere donne che vengono sfigurate in volto oppure che non possono manifestare liberamente. Il lavoro, la responsabilità e la determinazione delle donne sono un segno tangibile di tutta la loro forza. Una forza che nessuno schiaffo e nessun divieto potrà mai scalfire” sottolinea il sindaco Tito d’Errico.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti