lunedì 18 Ottobre 2021
HomeCultura e SpettacoliAl teatro Bracco si ritorna a ridere con Rivieccio

Al teatro Bracco si ritorna a ridere con Rivieccio

Napoli. Su il sipario del Bracco. Venerdì 15 ottobre si ritorna a ridere con Rivieccio. In scena fino a domenica 24 ottobre. Seguono “I Ditelo Voi” e “Casalinghi disperati”. Giacomo Rizzo e Caterina De Santis sul palco per la commedia di Natale. A marzo il “Teatro è donna”. Attesa per Alluccamm di Pizzurro. Jazz e Stand-up Comedy le new entry.

Riparte la stagione teatrale al Bracco di Napoli. Venerdì 15 ottobre su il sipario della storica sala della Pignasecca per ospitare il recital di Gino Rivieccio “Io e Napoli”, un viaggio tra monologhi, personaggi, tradizioni e aneddoti. Debutto alle ore 21 di venerdì, poi uno spettacolo alle 19,30 sabato 16 ed uno alle 18,30 di domenica 17 ottobre. Stessi orari anche per le repliche della settimana successiva: ore 21 venerdì 22, ore 19,30 sabato 23 ed infine 18,30 domenica 24 ottobre. Uno spettacolo che ripercorrerà la carriera dell’artista Gino Rivieccio ma anche le vicende personali dell’uomo, con un sottofondo di canzoni magistralmente interpretate da una delle più belle voci del panorama musicale partenopeo, Fiorenza Calogero, diretta al piano dal grande maestro Antonello Cascone, arrangiatore di Andrea Bocelli.

“E’ una prima molto sentita quella del 15 ottobre da tutto lo staff del nostro teatro – commenta la direttrice artistica Caterina De Santis -, che ha saputo soffrire in silenzio in questi mesi duri per gli operatori dello spettacolo e che ora è pronto a ripartire con ancora più grinta ed entusiasmo. Anche quest’anno prezzi popolari e non ci saranno abbonamenti, puntiamo ad offrire il meglio al nostro affezionato pubblico senza vincolarlo ad alcuna programmazione”.

Subito dopo il recital di Rivieccio, il Teatro Bracco ospiterà dal 5 novembre “Il segreto della Violaciocca” con il trio comico “I Ditelo Voi”, reduce dai successi di “Made in Sud” e del piccolo schermo. Un gradito ritorno sulle tavole della Pignasecca, dove, ad inizio Anni Novanta, Francesco De Fraia, Domenico Manfredi e Raffaele Ferrante hanno mosso i primi passi verso una carriera lastricata di riscontri positivi a livello nazionale. La loro è una black comedy tutta da ridere in cui non mancheranno bugie, gelosie e colpi di scena.

Dal 26 novembre invece spazio a Nicola Pistoia, Gianni Ferreri, Max Pisu e Danilo Brugia con “Casalinghi disperati”. Per la commedia di Natale torna invece sul palco della Pignasecca il collaudato duo comico formato dal maestro Giacomo Rizzo e dalla direttrice e attrice Caterina De Santis. Il testo con cui andranno in scena s’intitola “Un figlio in provetta” e vedrà la partecipazione di Corrado Taranto.

Tra le novità della stagione 2021/2022, c’è poi l’appuntamento con il “Teatro è donna” nel mese di marzo: un’offerta di performance, tra monologhi e prosa, a cura di artiste raffinate ed uniche del panorama nazionale dello spettacolo, che porteranno in scena rappresentazioni ed opere finalizzate ad interrogarsi sulle problematiche attuali dell’universo femminile. Un “invito”, quello del Bracco, rivolto soprattutto al pubblico “rosa” affinché possa condividere, attraverso il teatro, ansie ed emozioni della vita di tutti i giorni.

Molto atteso poi il testo di Luca Pizzurro, “Alluccamm”, reduce dal successo di critica del Campania Teatro Festival. Fra le new entry si fanno apprezzare quest’anno anche generi e rappresentazioni inedite per il pubblico del Bracco, che spazieranno dal jazz alla Stand-up Comedy.

Per tutte le altre informazioni sulla stagione è possibile consultare il sito www.teatrobracco.it e i canali social del Teatro.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti