martedì 18 Gennaio 2022
HomeAttualitàAllarme bollette pazze, l'iniziativa di Rinnovamento Ottavianese

Allarme bollette pazze, l’iniziativa di Rinnovamento Ottavianese

OTTAVIANO. Allarme bollette pazze, in piazza Municipio oggi, Felice Picariello, capogruppo di Rinnovamento Ottavianese con un’iniziativa per incontrare i cittadini e ascoltare le loro istanze.

“Sull’acqua ci sarebbero da dire tante cose” – dice il capogruppo Picariello – ma in questo momento, piuttosto che stigmatizzare la questione in una lotta ideologica, preferiamo stare direttamente vicino ai cittadini ed aiutare a chi ne ha bisogno a gestire al meglio la propria posizione.
Stamattina siamo scesi in piazza – spiega – abbiamo incontrato tanti cittadini in difficoltà, gli abbiamo espresso la nostra solidarietà, la nostra vicinanza, e, nel nostro piccolo, gli abbiamo offerto un aiuto concreto e soprattutto sincero.
Non mollerò: non sarà l’ignoranza, la cattiveria e l’invidia di poche nullità ad ostacolare il mio impegno, che con orgoglio e determinazione porterò avanti nel rispetto di chi mi ha voluto nel posto dove sono e soprattutto nel rispetto di quel dovere istituzionale e di quell’amore che oggi mi chiede di rappresentare la mia gente, il mio popolo”.
Al gazebo erano presenti anche l’avvocato Antonio Ragosta ed i suoi collaboratori avvocato Antonio Miranda e avvocato Silvia Di Mauro per aver messo a disposizione la loro collaborazione per rispondere alle perplessità dei cittadini.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti