mercoledì 8 Dicembre 2021
HomeAppuntamentiAngelo Iannelli protagonista al Salone del Libro di Torino

Angelo Iannelli protagonista al Salone del Libro di Torino

Alla XXXIII Edizione del Salone del Libro di Torino, in presenza, è ritornata la maschera più famosa al mondo “Pulcinella” domenica 17 Ottobre alle ore 12:30 presso lo Stand G21- Pad 2. Infatti, lo scrittore Angelo Iannelli si è calato nelle vesti di Pulcinella con il suo camicione bianco, la sua maschera nera e il suo cuppolone, in compagnia del burattino Gennarino, nella più’ importante fiera del libro al mondo parlando della sua sfida al Coronavirus da Covid-19. Nello Stand G21-Pad 2 vi è stata la presentazione di ben due libri editi da Albatros: Viaggio Nella Pandemia – La sfida di Pulcinella e Pandemia Seconda Ondata Rabbia e Confusione -La Sfìda di Pulcinella. Alla manifestazione erano presenti Lucia De Cristofaro, presidente Albatros Edizioni giornalista e scrittrice, Adriano Fiore, direttore editoriale Albatros Edizioni, Carmelo Cossa, scrittore e poeta, Ivana Posti, giornalista e conduttrice radiofonica che ha fatto una diretta radiofonica per il programma “Sognare si Può” e diretta Facebook.


Tanti i fans e i lettori che hanno apprezzato il pensiero iannelliano sulla più grande malattia epidemica del secolo, e lo stesso ha firmato diverse copie per i lettori. Il super eroe post-moderno, tra i personaggi più attivi in pandemia, è stato accolto da un fiume di applausi e ha donato ai tanti curiosi e lettori Sorrisi ed emozioni. Non sono mancati selfie e scatti fotografici, in particolare dai bambini, dai ragazzi speciali, dagli espositori, dalle forze dell’ordine e dagli stessi scrittori conquistandoli con i suoi brevi monologhi pulcinelleschi. Pulcinella ha sberleffato e donato speranza, attraverso il suo sorriso e la sua ironia, con il suo slogan Sapit’e Cher’e? Perepe! Perepe! Perepe!

 

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti