giovedì 28 Gennaio 2021
Home Cronaca Arrestata la compagna dell'uomo che morì mentre posizionava una bomba

Arrestata la compagna dell’uomo che morì mentre posizionava una bomba

NAPOLI. San Giovanni a Teduccio, arrestata la compagna dell’uomo che perse la vita mentre posizionavano una bomba. L’ordigno doveva essere un “messaggio” per il clan Rinaldi.

Era la sera del 22 dicembre 2017, quando in via Ferrante Imparato, a San Giovanni a Teduccio, due persone in sella a uno scooter piazzarono una bomba vicino al cancello d’ingresso di un condominio. L’ordigno era un “messaggio” del clan “Mazzarella” rivolto ai “Rinaldi”, ma la bomba esplose nelle mani dell’uomo che la stava piazzando. L’uomo perse la vita, mentre la compagna che era con lui riuscì a salvarsi. Oggi i carabinieri hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti della donna perchè ritenuta responsabile della detenzione dell’ordigno(costruito artigianalmente) e dell’omicidio colposo aggravato da finalità del metodo mafioso.

- Advertisement -

 

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

- Advertisment -
- Advertisment -

Articoli recenti

- Advertisment -