domenica 29 Gennaio 2023
HomeCronacaArzano: inquinamento ed esalazioni, la polizia locale denuncia un imprenditore e diversi...

Arzano: inquinamento ed esalazioni, la polizia locale denuncia un imprenditore e diversi meccanici

Arzano. Degli strani fumi avevano alimentati la protesta dei cittadini ad Arzano, alla via Pecchia. Una fabbrica di pellami è rientrata così nel mirino dei controlli ambientali della polizia locale impegnata anche ad elevare sanzioni ad attività che non avevano in regola la documentazione circa lo smaltimento dei rifiuti da attività. Ma veniamo alla fabbrica.
Qualcosa di strano succedeva quando vi era l’accensione di camini e cabine con fumo nero nell’aria. Richiesto l’intervento Arpac e Asl, gli agenti condotti dal colonnello Biagio Chiariello si sono recati sul posto alla via Pecchia misurando il valore delle immissioni che è risultato irregolare ed oltre la soglia consentita. Sono così scattati i sigilli.
Controllate ed identificate oltre 40 persone per verificare se lavorassero a nero, ma alla fine la documentazione amministrativa è risultata in regola.
Il plico è stato trasmesso agli uffici competenti, tra cui il SUAP, per l’emissione dell’ordinanza prevista che è stata notificata alla parte. Ora dovrà essere adeguato l’impianto ed il titolare già avrebbe acquistato un abbattitore di fumi.
L’imprenditore è stato denunciato in stato di libertà per non aver rispettato le prescrizioni dettate nell’autorizzazione integrata ambientale, reati che prevedono sanzioni fino a 10mila euro.
Dall’inizio dell’anno sono circa 30 le attività controllate dagli agenti per la tutela ambientale, di cui 14 sotto sequestro.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti