lunedì 8 Marzo 2021
Home Attualità Bacoli. Sposi alla casina Vanvitelliana ma invece del riso piovono tortellini

Bacoli. Sposi alla casina Vanvitelliana ma invece del riso piovono tortellini

BACOLI. Tortellini lanciati ad una coppia di sposi alla casina Vanvitelliana di Bacoli. L’ira del sindaco: “Oltre al pagamento del verbale, attendiamo anche la bomboniera“.

Una bruttissimo episodio ieri alla casina Vanvitelliana, la celebre struttura immersa nel parco del Fusaro nella giornata dedicata ai turisti ha subito un vero e proprio gesto “disdicevole”. A denunciare l’accaduto il sindaco Josi Della Ragione, adirato per la mancanza di decoro avuta da una coppia di sposi di origine emiliana. Sembrerebbe che gli “allegri invitati” al matrimonio celebrato all’interno della celebre casina, alla fine della cerimonia, abbiano lanciato alla coppia di novellini sposini dei tortellini. Dopo i festeggiamente, purtroppo la celebre pasta non è stata raccolta dalla “comitiva” in barba non solo alle regole del decoro ma anche al fatto che ieri era la famosa giornata dedicata all’arte e alla cultura ossia la “Domenica gratis al museo”. Il sindaco non le ha mandate a dire, anzi ha annunciato che saranno presi provvedimenti nei confronti di chi non ha avuto rispetto per il famoso luogo. Della Ragione su Facebook spiega: “Buona vita ai civilissimi sposi bolognesi che, dopo aver celebrato il proprio matrimonio alla Casina Vanvitelliana, hanno lasciato questo spettacolo indecoroso. Come se il Real Casino Borbonico fosse il loro porcile. Con tortellini lanciati sul basolato d’ingresso, e non raccolti. Fatto ancora più grave se si considera che oggi, con la prima “Domenica gratis al museo”, il Sito Monumentale del Fusaro è visitato da un fiume ininterrotto di turisti (alle 13:00, si è già superata quota 1000 ingressi). Saranno multati, con la sanzione massima: che spediremo direttamente in Emilia Romagna. Ah, dimenticavo. Oltre al pagamento del verbale, attendiamo anche la bomboniera”.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti