martedì 29 Settembre 2020
Home Cronaca Blitz in un autolavaggio, sversava solventi e rubava acqua e energia elettrica:...

Blitz in un autolavaggio, sversava solventi e rubava acqua e energia elettrica: arrestato

ERCOLANO. Blitz in un autolavaggio di Ercolano che sversava solventi in mare e rubava acqua ed energia elettrica: arrestato il proprietario. 

Nell’ambito di una mirata e complessa operazione finalizzata al contrasto dell’eco-criminalità ed a tutela e recupero dell’equilibrio ambientale del litorale del “Miglio d’Oro” vesuviano condotta in stretto coordinamento investigativo con la competente Procura delle Repubblica di Napoli, gli uomini della Capitaneria di Porto di Torre del Greco, del Comando di Polizia Locale di Ercolano e della locale Tenenza Carabinieri in collaborazione di un team specializzato dell’ARPA Campania, nonché di tecnici della GORI Campania, hanno proceduto al sequestro di un insediamento produttivo industriale destinato ad autolavaggio di centinaia di metri quadrati di estensione sito in via Nuova Bellavista a Ercolano ai confini con Portici che, in assenza di ogni autorizzazione ambientale sversava scarichi di natura industriali (solventi chimici, tensioattivi e residui di lavorazione) nella  fognatura pubblica e di conseguenza nelle acque di mare del litorale cittadino.

- Advertisement -

Nel corso dell’operazione, inoltre, è stata sottoposta a sequestro un’area dell’autolavaggio in cui  erano state realizzate abusivamente fabbricati ed opere senza alcuna licenza.

Nel corso dell’operazione è stato poi appurato che il titolare dell’azienda era illecitamente allacciato sia alla linea elettrica ed idrica, con conseguente accertato furto di energia ed acqua.

Per tali condotte commesse in flagranza di reato il titolare dell’azienda stessa è stato immediatamente arrestato da parte degli organi di polizia intervenuti e tradotto da parte dei carabinieri stessi presso la Tenenza di Ercolano per gli adempimenti di rito in vista dell’udienza per direttissima innanzi all’Autorità Giudiziaria competente.

Complessa ed articolata l’attività investigativa, la quale muovendo da specifiche segnalazioni e sulla scorta di coordinate collaborazioni con le locali associazioni ambientaliste dalle quali sono state assunte informazioni di dettaglio circa la frequenza degli sversamenti lungo la fascia costiera, ha visto gli uomini della Capitaneria impegnati giornalmente lungo la fascia costiera al fine di assicurare alla giustizia i responsabili di tale atto criminoso in spregio a qualsivoglia principio di difesa ambientale ed incolumità della salute pubblica.

Le attività di indagine, per la sua complessità, in quanto trattasi di scarichi recapitanti nel tratto tombato della pubblica fognatura, ha necessitato di un continuo monitoraggio terra mare prevedendo nei mesi scorsi anche un sorvolo aereo ad opera del Reparto Volo del Corpo delle Capitanerie di Porto che ha portato, attraverso la individuazione di anomalie termiche, alla localizzazione e circoscrizione del tratto di costa in questione.

Accertato lo scarico di reflui industriali attraverso un sistema occultato di pompe sommerse e collettamento recapitante direttamente nel corpo idrico ricettore, il team ispettivo ha provveduto a campionare sia le sostanze recapitanti direttamente a mare che i reflui posti a valle del sistema di raccolta dell’opificio ispezionato.

L’odierna operazione si inserisce in una più ampia attività di monitoraggio del territorio già da tempo avviata dalla Guardia Costiera Corallina con proficua collaborazione di Polizia Locale, Carabinieri ed ARPAC e l’ausilio della componente specialistica operativa aerea di telerilevamento ambientale lungo i maggiori alvei cittadini e l’intera rete infrastrutturale depurativa comunale,che  ha consentito di accertare diversi situazioni di criticità legate alla rilevata, illecita immissione negli alvei di reflui di varia natura.

La recente analisi statistica edita dall’ARPA Campania circa il positivo trend afferente il miglioramento delle acque ricadenti nel tratto di mare adiacente i territori vesuviani, suffraga la diuturna azione di controllo posta in essere nell’ambito dell’Operazione Miglio D’oro, consacrando difatti l’efficienza e la validità di un’azione incessante e costante di monitoraggio dell’intera fascia litoraneo/costiera del “Miglio d’Oro” ai fini del ripristino dell’equilibrio ambientale dei territori ed a tutela della salute pubblica.

Nel complesso,le attività investigative sinora  poste in essere lungo l’intera fascia costiera ricompresa tra i comuni di Ercolano, Portici e Torre del Greco, alla rilevazione di oltre 210 scarichi illeciti di natura civile ed industriale ed al sequestro di nove insediamenti industriali e di vasta area stoccaggio e deposito di rifiuti industriali occupante complessivamente oltre 14.650 metri quadrati di suolo.

L’azione accertativa  posta in essere dalla Task Force ambientale, proseguirà con analoga incessante intensità, sia nei confronti di attività produttive che civiche abitazioni, al fine di garantire il ripristino del delicato equilibrio ecosistemico/ambientale.

- Advertisement -
- Advertisment -
- Advertisment -

Articoli recenti

Scuola. Aprire in sicurezza, l’Asl Na3 sud forma insegnanti Covid

L’Asl Napoli 3 Sud al fianco degli istituti per una riapertura in sicurezza. In collaborazione con le istituzioni scolastiche regionali l’azienda sanitaria ha attivato...

Novità editoriale: “Sopravvissuti”. Le presentazioni

NAPOLI. Martedì 29 settembre ore 18:30  in diretta sul canale YouTube della Polidoro Editore con Vincenza Alfano, Giovanna Scalzo e Antonio Esposito e Sabato 3...

“Abitare la storia: la casa dei Correale”, visita guidata a Sorrento

SORRENTO. Il presidente Gaetano Mauro, il CdA e il direttore Filippo Merola, nell’ottica di collaborazione con le associazioni locali già da tempo intrapresa con...

Successo per il Premio Ambasciatori del Sorriso 2020

SAN VITALIANO. Grande successo per il Premio  Ambasciatori del Sorriso 2020. Tra i premiati tante eccellenze. Dott. Paolo Ascierto, il magistrato Catello Maresca, lo scultore...

Giovedì sera al Museo, riparte la programmazione al MANN

NAPOLI. Visite ed eventi serali al Museo, si riparte: dal 1° ottobre al 3 dicembre, il MANN sarà aperto ogni giovedì, dalle 20 alle...
- Advertisment -