domenica 29 Novembre 2020
Home Cronaca Bonus spesa Covid. Scoperte e sanzionate 700 persone per averlo incassato senza...

Bonus spesa Covid. Scoperte e sanzionate 700 persone per averlo incassato senza diritto

Napoli. Tra il capoluogo e la provincia scoperte, e sanzionate, 700 persone che indebitamente avevano percepito il bonus spesa Covid. Scoperti illeciti per oltre 250mila euro. Il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Napoli, nell’ambito dei controlli nei confronti dei soggetti percettori dei “Bonus spesa Covid- 19”, ha scoperto che oltre 700 soggetti hanno ottenuto indebitamente il beneficio dichiarando di trovarsi in condizioni di difficoltà economica ovvero di indigenza tali da non consentire nemmeno il minimale approvvigionamento di generi alimentari e di prima necessità.
È emerso, infatti, che uno o più componenti dei nuclei familiari monitorati, a seconda dei casi, avevano ricevuto lo stipendio o una pensione, anche per cospicui importi, percepito il Reddito di Cittadinanza, indennità di disoccupazione o altre prestazioni sociali agevolate oppure alterato il proprio stato di famiglia indicando soggetti fittizi o non residenti per incrementare la somma da percepire.
Davvero tante le situazioni di rilievo: si va dai coniugi che hanno richiesto entrambi il bonus ma per lo stesso nucleo familiare, a soggetti che già percepivano l’assegno di mantenimento per separazione, a titolari di Partita Iva e persino a congiunti di esponenti della criminalità organizzata.
Nella maggior parte dei casi è emerso che i nuclei familiari monitorati hanno indicato un ISEE con un valore inferiore a quello previsto.
Emblematico, al riguardo, il caso di una signora napoletana scoperto dalle Fiamme Gialle del 1° Nucleo Operativo Metropolitano che ha presentato un’attestazione ISEE pari a 4.895 euro, ma che in realtà, come appurato, era di oltre 67.000 euro.
La stessa, inoltre, deteneva risparmi sui propri conti correnti per 325.000 euro e un patrimonio immobiliare del valore di circa 36.000 euro.
Nel complesso sono state irrogate sanzioni amministrative, per indebita percezione di erogazioni pubbliche, per oltre 250.000 euro e sono stati segnalati i trasgressori agli Enti Comunali, al fine di avviare il recupero delle somme indebitamente percepite.
Le attività di controllo testimoniano l’impegno della Guardia di Finanza nell’azione di contrasto ad ogni forma di illecito a danno della spesa pubblica nazionale, al fine di prevenire e reprimere, soprattutto in un periodo di crisi economica e sociale causata dall’emergenza sanitaria, le fattispecie di indebita percezione delle risorse pubbliche destinate alle famiglie realmente bisognose e maggiormente colpite dagli effetti economici derivanti dall’emergenza in atto.

- Advertisement -
- Advertisment -
- Advertisment -

Articoli recenti

“La mano de Dios”: Nello Petrucci omaggia Maradona nel suo tempio

L’opera di Street Art allo Stadio San Paolo dedicata al Pibe de oro. É stato realizzato il giorno stesso della scomparsa di Maradona, proprio...

Assunzioni Polizia locale. Piccolo: “Sulle modalità concorsuali dubbi e sospetti”

Somma Vesuviana. Continua il dibattito sulla procedura per assumere 5 nuovi agenti della polizia locale. Dopo che Pasquale Piccolo ha sollevato il caso, la...

Nocerino a Piccolo: “Le sue parole sul reclutamento agenti fuorvianti e diseducative”

Somma Vesuviana. Il gruppo politico Siamo Sommesi vuole rispondere alle dichiarazioni del consigliere Pasquale Piccolo, rilasciate in merito alla determina n.632 del 19.11.2020, con...

100 mila euro donate dalla “Fondazione Terzo Pilastro Internazionale alle famiglie in difficoltà

Napoli. 100 mila euro – è questa la cifra che la “Fondazione Terzo Pilastro Internazionale “ che opera nei campi della Sanità, della Ricerca...

Nasce “Ottazon”: grande vetrina per tutti i commercianti di Ottaviano

Ottaviano. Il Comune di Ottaviano lancia "Ottazon" una nuova iniziativa legata al commercio; dalla parole del sindaco Luca Capasso <<abbiamo creato un e-commerce ,...
- Advertisment -