sabato 4 Febbraio 2023
HomeCronacaBoscoreale. Truffa dello specchietto, ma finisce male per i malviventi

Boscoreale. Truffa dello specchietto, ma finisce male per i malviventi

BOSCOREALE. “Ti conviene fare il CID?”. Truffano utente della strada con la scenetta “dello specchietto”, poi cominciano altra sceneggiata, ma i Carabinieri arrestano in flagranza due “specialisti”.

I Carabinieri della Stazione di Boscoreale hanno tratto in arresto per truffa aggravata Irco Luigi, 45 anni e Niola Roberto, 38 anni, entrambi di Casalnuovo di Napoli e già noti alle forze dell’ordine per reati specifici.
A bordo di una Jeep Renegade presa a noleggio che avevano parcheggiato su via Passanti Flocco avevano simulato di essere stati colpiti allo specchietto retrovisore lato guidatore da una Citroen in transito guidata da un 42enne simulando l’urto al retrovisore con una botta data alla vettura francese con una mano mentre passava.
Subito dopo il finto urto hanno cominciato a seguire la Citroen suonando il clacson e sbracciandosi per far capire al malcapitato conducente che doveva fermarsi.
A seguire la contrattazione: “Ti conviene fare il CID? Poi ti aumenta il premio! Risolviamo bonariamente, vado da un carrozziere amico che te la fa costare poco”.
Poi la finta telefonata al carrozziere e la richiesta 50 euro, con Irco che è quindi così riuscito a farsi consegnare i soldi quale risarcimento.
Subito dopo la prima truffa si sono posizionati sulla stessa strada ma più avanti in cerca di una seconda vittima cui spillare soldi.
Di li a poco è transitata una Mercedes e si è ripetuto il copione, stavolta interrotto dai militari dell’Arma prima della “contrattazione” atteso che i carabinieri avevano notato i due in atteggiamento sospetto e ne stavano monitorando a distanza i movimenti.
Entrambi sono stati bloccati e già durante i primi accertamenti è risultato che il danno per il quale il 42enne aveva pagato 50 euro era preesistente.
Il Giudice li ha entrambi condannati con patteggiamento a un anno e 3 mesi di reclusione disponendo che dovranno presentarsi quotidianamente alla Caserma dei Carabinieri di Casalnuovo.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti