mercoledì 21 Aprile 2021
HomePoliticaBoscoreale. Via Vecchia Aquini bonificata dai cumuli di rifiuti

Boscoreale. Via Vecchia Aquini bonificata dai cumuli di rifiuti

BOSCOREALE. L’azienda speciale Ambiente Reale ha eseguito i lavori di pulizia straordinaria di via Vecchia Aquini, la strada che collega la frazione Pellegrini con la frazione Boccia al Mauro di Terzigno, con la rimozione di un ingente quantitativo di rifiuti, per lo più ingombranti, derivati dallo scarico abusivo.

L’arteria, che unisce i due comuni vesuviani, diventata una micro discarica a cielo aperto, era cosparsa da cumuli di rifiuti di ogni genere scaricati sulla carreggiata da cittadini incivili e senza scrupoli, tanto da rendere difficoltoso il transito veicolare e pedonale, oltre che, cosa ancora più grave, creare seri problemi di natura igienico-sanitaria.

“La carreggiata è stata liberata da tonnellate di rifiuti di ogni genere sversati da incivili che hanno creato una situazione igienica deplorevole  –ha commentato Luca Giordano, assessore all’ambiente-. Il nostro impegno è continuo per riqualificare alcune aree troppo spesso deturpate dall’abbandono indiscriminato di rifiuti. Su via Vecchia Aquini intensificheremo i controlli a evitare che nel giro di qualche settimana la situazione torni a essere quella che era prima”.

“Era un atto dovuto intervenire in quell’area tristemente nota per essere diventata discarica a cielo aperto, che col tempo avrebbe rischiato di incidere direttamente sulla salute delle persone – ha spiegato il sindaco Giuseppe Balzano-. L’azione dell’amministrazione proseguirà con gli altri accorgimenti concordati con il direttore generale dell’azienda speciale Ambiente Reale”.

Intanto, annuncia l’assessore all’ambiente Luca Giordano “In settimana convocheremo un tavolo con i sindaci e comandanti della polizia locale dei comuni confinanti con Boscoreale per porre in essere una serie di azioni congiunte tese a intensificare i controlli sulle numerose strade di confine da sempre fatte oggetto di sversamento indiscriminato di rifiuti di ogni genere”.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti