lunedì 3 Ottobre 2022
HomeCronacaBrusciano e Castello di Cisterna, lotta allo spaccio di stupefacenti: 5 arresti...

Brusciano e Castello di Cisterna, lotta allo spaccio di stupefacenti: 5 arresti in meno di 12 ore

Brusciano/Castello di Cisterna. I carabinieri della sezione operativa di Castello di Cisterna hanno arrestato per spaccio di droga 3 persone: Rosario Migliaccio, Pasquale Trombetta e Emanuela Di Cicco. Tutti già noti alle forze dell’ordine erano in Via Borsellino, all’interno del rione ex lege 219. Migliaccio cedeva alcune dosi ai clienti in fila, gli altri due monitoravano la zona per evitare sorprese delle forze dell’ordine.

Vigilanza purtroppo (per loro) inutile. I militari hanno bloccato tutti e recuperato 314 dosi di crack, 69 di cocaina e 1595 euro in contante ritenuto provento illecito.
Migliaccio è finito in carcere, i complici ai domiciliari. Sono in attesa di giudizio.

Appena poche ore prima, gli stessi militari hanno arrestato Raffaele Vitale e Pasquale Barbato. Dovranno rispondere di detenzione di droga a fini di spaccio perché trovati in possesso di 56 dosi di crack e 7 di cocaina, oltre a circa 30 euro in contante.
Erano in Via Leopardi, nel comune di Castello di Cisterna. Entrambi attendono giudizio.

Brusciano:
MIGLIACCIO Rosario nato ad Acerra il 02/04/96, res. Acerra
TROMBETTA Pasquale nato a Napoli – il 29/03/61, res. Brusciano
DI CICCO Emanuela nata a Torre del Greco il 15/05/80, domiciliata a Castello di Cisterna

Castello di Cisterna:
VITALE Raffaele nato a Frattamaggiore il 12/02/1997, domiciliato in Orta di Atella
BARBATO Pasquale nato a Massa di Somma il 09/08/90, domiciliato in Pomigliano d’Arco

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti