mercoledì 21 Aprile 2021
HomePoliticaBrusciano. Terremoto politico, si dimettono in 14. Esposito: 'Svolta epocale'

Brusciano. Terremoto politico, si dimettono in 14. Esposito: ‘Svolta epocale’

Brusciano. É giunta ormai alla fine l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Giuseppe Montanile, ieri 14 consiglieri su 16 hanno rassegnato le dimissioni dal notaio e stamattina sono state formalizzate al protocollo del Comune alle 8,30 circa. Finisce così dopo tre anni di consilatura il governo cittadino targato Montanile, solo due consiglieri comunali sono rimasti accanto al primo cittadino: Gianfranco Castaldo e Cesarina Onofrietto. Già nominato il commissaro prefettizio che guiderà il paese fino alle nuove elezioni che si terranno tra il 15 settembre e 15 ottobre, secondo l’ultimo decreto legge per il differimento di consultazioni elettorali per l’anno 2021. “La compagine non più rispondente ai bisogni del paese”, ciò che è trapelato tra le motivazioni esposte dai dimissionari. Abbiamo ascoltato il consigliere comunale Carminantonio Esposito, esponente dell’opposizione e giudice in pensione che commenta così la fine della consiliatura: «Finalmente anche la maggioranza ha compreso che non si poteva continuare con l’amministrazione decaduta. Come capogruppo ho sempre notoriamente spiegato la mia opposizione e il mio dissenso. Oggi si è verificato un caso unico probabilmente in Italia, su 16 consiglieri 14 si sono dimessi. Siamo alla svolta epocale. Non ho condiviso il metodo del sindaco, sono stato sempre attento ai bisogni del paese. Confermo il mio impegno finalizzato esclusivamente allo sviluppo di Brusciano, nel solco della legalità e dell’uguaglianza. Il Municipio deve essere la casa di tutti e tutti hanno diritto allo stesso trattamento, principio fondamentale della nostra Costituzione. Questo è un appello ai giovani che rifiutano i vecchi schemi».

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti