sabato 26 Novembre 2022
HomeCronacaButta mobili in strada, scoperta e denunciata per occupazione abusiva

Butta mobili in strada, scoperta e denunciata per occupazione abusiva

Arzano. Getta arredi per strada, aveva occupato un alloggio popolare nel rione “167”. Indagini lampo della polizia locale, donna già denunciata per occupazione abusiva, percepiva reddito di cittadinanza.

Pensava di non essere notata, ma le è andata male. Aveva abbandonato in strada rifiuti ingombranti, donna del rione 167 denunciata, aveva utilizzato il figlio minore per farsi da scudo occupando un alloggio popolare ma era già stata denunciata dagli uomini diretti dal colonnello Biagio Chiariello. Fondamentali per identificare la responsabile delle foto che erano state effettuate durante il censimento con rilevi degli arredi. Bussata la posta, P.F., questo il suo nome , ha ammesso le responsabilità e le è stata contestata la violazione alle norme ambientali ripristinando lo stato dei luoghi.
È stato anche scoperto che la stessa percepisce reddito di cittadinanza per i cui provvedimenti è stata segnalata per la sospensione .
Intanto la donna è la sorella di uno degli autori delle minacce aggravate al comandante, finito nella retata delle forze dell’ordine che portò in carcere Si tratta della sorella di uno dei soggetti coinvolti nella retata che portò in carcere 27 persone perche ritenuti vicini ai gruppi criminali.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti