domenica 24 Gennaio 2021
Home Appuntamenti Cacciopoli e cronache napoletane, Jean-Noël Schifano presenta i suoi libri

Cacciopoli e cronache napoletane, Jean-Noël Schifano presenta i suoi libri

NAPOLI. Giovedì 2 luglio 2020 h.18:30 si presentano, presso la libreria IociSto (Via Cimarosa, 20 – Piazzetta Fuga – Napoli), Il gallo di Renato Caccioppoli e Cronache Napoletane. Ospite l’autore Jean-Noël Schifano dialogherà con Donatella Gallone (giornalista) Bernardina Moriconi (giornalista) e Alvio Patierno (docente UNISOB).

 

- Advertisement -

Il gallo di Renato Caccioppoli:

Napoli, 1938. Il professor Renato Caccioppoli (1904-1959) è un genio napoletano della matematica universalmente riconosciuto e una figura celebre nella sua città. Di una bellezza diabolica, questo nipote folle di Mikhaïl Bakunin si mette in testa di rovinare l’incontro tutto fanfare e sfilate dei due compari, Mussolini e Hitler, venuti a passare una giornata, il 5 maggio, nella grande Città ricoperta di croci uncinate e fasci. Al culmine del trionfo nazista, di fronte a tutto un popolo e a un’Europa che inneggiano alla guerra, e a un’Italia che, nello stesso anno, vota le leggi razziali, un uomo si leva, ironico nella parola e nel gesto, e ridicolizza il razzismo, il conformismo, la sottomissione, la stupidità. Una storia vera, esemplare, luminosa, folle, ebbra, divertente e tragica.

Cronache Napoletane:

Pubblicato per la prima volta nel 1984, edito in Francia da Gallimard e giunto alla sua terza edizione italiana, può ormai essere considerato un classico della letteratura su Napoli.
Nel suo stile colto e sensuale, Schifano fa rivivere in questo libro sei storie ambientate tra la metà del Quattrocento e i primi del Settecento – tratte da archivi e cronache dell’epoca – legate alle più potenti famiglie del Regno di Napoli. Si parte con l’atroce morte della bella Maria d’Avalos e del suo amante Fabrizio Carafa per mano del marito tradito, il principe-compositore Carlo Gesualdo. Seguono le follie erotiche che nel Cinquecento mettono in subbuglio il convento di Sant’Arcangelo nel cuore di Forcella. Poi i controversi giorni del lazzarone rivoluzionario Masaniello, avvelenato dal potere, prima acclamato e poi travolto dal popolo. L’esemplare supplizio  riservato al sodomita Tiberio de Vera; la storia Tirinella e Alvise massacrati durante i loro amori notturni; per concludere col delitto inconfessato della nobile Gaetanina Escobar per mano di una bella e misteriosa serva.

 

- Advertisement -
- Advertisment -
- Advertisment -

Articoli recenti

- Advertisment -