mercoledì 27 Gennaio 2021
Home Cronaca Caffè e cappuccini "gratis" col magnete, in un bar a Cercola

Caffè e cappuccini “gratis” col magnete, in un bar a Cercola

CERCOLA. Caffè e cappuccini tutti a spese della comunità: con una calamita sul contatore al bar “El Pacha”, la responsabile si abbassava il consumo di energia elettrica fino al 96%.

Scoperta e arrestata dai carabinieri della locale tenenza, Nunzia Vrilli, 36enne residente di Casalnuovo, titolare di una bar in via Don Minzoni, con l’accusa di furto aggravato continuato. Un danno ingente quello che aveva finora arrecato alla società di fornitura, oltre 3mila euro.

L’illecito quanto illegale escamotage del quale la signora “dei caffè” si era dotata da mesi era quello di un grosso magnete opportunamente posizionato sopra il contatore dell’Enel – azienda che gestisce l’erogazione dell’energia elettrica. Il sistema, rudimentale e spesso anche pericoloso, le consentiva così di liberarsi dei consumi di energia elettrica quasi al 100%: di ben 96% è emerso al controllo eseguito dai militari dell’arma locale e dai colleghi dell’aliquota radiomobile di Torre del Greco, insieme al personale dell’Enel. Hanno ispezionato tutti i locali dell’esercizio e, quando hanno osservato il contatore, sopra all’apparecchio hanno trovato una calamita, che con la sua forza magnetica esercitata sui meccanismi del contatore consentiva di abbassare il consumo del 96%. La donna è stata arrestata ed è al momento agli arresti domiciliari in attesa del rito direttissimo.

- Advertisement -

 

di Patrizia Panico

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

- Advertisment -
- Advertisment -

Articoli recenti

- Advertisment -