mercoledì 28 Settembre 2022
HomeCultura e SpettacoliCala il sipario sulla seconda edizione dei “Ludi Pompeiani”

Cala il sipario sulla seconda edizione dei “Ludi Pompeiani”

POMPEI. Cala il sipario sulla seconda edizione dei “Ludi Pompeiani”, il festival ideato dai direttori artistici Alessandro e Francesco Domenico D’Auria, e organizzato dalle associazioni “Pompei 2033” e “Magicamentemusical” con il contributo del Comune.

Una kermesse che ha portato migliaia di persone in strada e nelle piazze della cittadina degli scavi, sabato 19 e domenica 20 settembre. A dir poco fitto il programma con 58 artisti, 25 spettacoli e 7 workshop che hanno coinvolto tutte le fasce d’età. Spazio anche ai laboratori per bambini, con il cantiere archeologico, i mosaici e le lavorazioni in argilla. Una grande festa nei numeri e nella sperimentazione di nuove forme di marketing territoriale, volta alla creazione di una ulteriore forma di attrazione per i due milioni e mezzo di turisti che ogni anno visitano gli Scavi.
Per due giorni, dunque, Pompei si è messa in vetrina, in collaborazione con chef, barman e pasticcieri dalle cui mani hanno preso vita e forma alcune rare prelibatezze enogastronomiche e dolciarie che presto saranno lanciate sul mercato. Il maestro pasticciere Salvatore Gabbiano ha realizzato, ad esempio, un mosaico del celebre affresco “Cave Canem” con 2.100 tessere di cioccolato bianco e fondente. “Mi sono ispirato a una tradizione di famiglia, visto che mio padre è stato mosaicista” ha spiegato. Lo stilista Nino Lettieri ha presentato la sua collezione d’alta moda plasmandola sui rilievi geometrici di un mosaico romano. In anteprima assoluta, inoltre, è stata presentata una linea di t-shirt, creata dallo stesso Lettieri, che sarà lanciata in edizione limitata per l’edizione 2016 dei Ludi.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti