domenica 9 Maggio 2021
HomeEconomiaCambio ai vertici Gori, Cuciniello nuovo amministratore delegato

Cambio ai vertici Gori, Cuciniello nuovo amministratore delegato

Torrel Greco. L’Assemblea dei Soci, riunitasi ieri pomeriggio, ha deliberato la nomina del nuovo Consiglio di Amministrazione di GORI: Vittorio Cuciniello, classe ‘74, originario di Torre del Greco, succede a Giovanni Paolo Marati nella guida dell’azienda che gestisce la risorsa idrica in 74 comuni della Campania. Laureato in ingegneria meccanica presso l’Università degli Studi di Napoli “Federico II”, Cuciniello in passato ha ricoperto diversi ruoli strategici in GORI, per poi divenire, nel 2019, Amministratore Delegato di Gesesa, incarico che ora sarà ricoperto da Salvatore Rubbo, Responsabile Human Resources e Organization di GORI. Nuovo profilo anche per il ruolo di Presidente: l’avvocato salernitano Sabino De Blasi, patrocinante in Cassazione e Presidente del CdA di Salerno Energia, succede al professore Michele Di Natale, presente in GORI dal 2016 al 2021.

“Assumere quest’incarico è per me un grande onore, alla luce soprattutto del notevole lavoro svolto da Michele Di Natale, a cui vanno i miei ringraziamenti. GORI oggi è un’azienda forte e consolidata sul territorio, sarà per me una sfida ricoprire al meglio questo ruolo” il commento del nuovo Presidente, Sabino De Blasi.

“È con grande emozione che torno in GORI, ritrovando un’azienda che ho visto crescere, e nella quale io stesso sono cresciuto. Proseguiremo nella grande opera di potenziamento del servizio avviata da Giovanni Paolo Marati, con un approccio sempre più innovativo e attento alle esigenze della comunità e alla tutela dell’ambiente” – le parole del nuovo Amministratore Delegato, Vittorio Cuciniello.

Completano il Consiglio di Amministrazione di GORI: l’avvocato penalista Luigi Mennella, che mantiene l’incarico di Vicepresidente vicario del CdA, la Responsabile Sviluppo e Organizzazione Human Resources di Acea, Federica Marinetti, e l’avvocato amministrativista Virgilia Fogliame.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti