domenica 29 Gennaio 2023
HomeAttualitàCampania, Patriarca (FI): bene cancellazione Cig Leonardo

Campania, Patriarca (FI): bene cancellazione Cig Leonardo

La deputata azzurra: “Siti di Pomigliano e Nola confermano eccellenza”.

«La cancellazione della cassa integrazione per l’anno 2023 per gli stabilimenti napoletani di Leonardo è un’ottima notizia per tutti i lavoratori e per l’intero territorio campano che ritrova, a pieno regime, la operatività di due centri di produzione di eccellenza».

A dirlo è la deputata di Forza Italia, Annarita Patriarca.

«La continuità produttiva che Leonardo ha assicurato, in un accordo coi sindacati, ai siti di Pomigliano, dove sono impiegati 3mila lavoratori, e di Nola, dove invece ce ne sono altri 1000, assume un valore che va al di là del pure rilevante aspetto economico ed occupazionale. Significa che, dopo le criticità dovute al Covid, riprende quel clima di fiducia necessario per intensificare gli investimenti, che pure sono previsti, e per proseguire nella creazione di un circuito virtuoso tra azienda e comunità locali». (L’ufficio stampa).

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti