venerdì 14 Maggio 2021
HomeSportCampionato di serie A, tonfo azzurro

Campionato di serie A, tonfo azzurro

Un brutto Napoli, senza gioco e senza idee, cade allo stadio Tardini contro un Parma generoso e operaio orfano dei suoi giocatori migliori Amauri e soprattutto Antonio Cassano.

Il tecnico partenopeo Benitez ha solo l’imbarazzo delle scelte e manda in campo la formazione migliore. Il suo collega, Donadoni, oltre al capitano Lucarelli, come detto sopra, deve rinunciare anche al duo Amauri-Cassano, al loro posto giocano Felipe, Palladino e Schelotto.

Formazioni:

Parma (4-3-3): Mirante; Cassani, Paletta, Felipe, Molinaro; Acquah, Marchionni, Parolo; Biabiany, Palladino, Schelotto. A disp.: Bajza, Pavarini, Rossini, Jankovic, Gobbi, Munari, Cerri, Galloppa, Mauri, Sall, Obi. All.: Donadoni

Napoli (4-2-3-1): Reina; Henrique, Fernandez, Albiol, Ghoulam; Jorginho, Inler; Callejon, Hamsik, Insigne; Higuain. A disp.: Doblas, Colombo, Britos, Reveillere, Mesto, Behrami, Dzemaili, Mertens, Pandev, Zapata. All.: Benitez

Cronaca della partita:

Al 9’, sugli sviluppi di un calcio di punizione, Fernandez mettere in rete di testa: l’arbitro annulla per fuorigioco. Al 25’ su una ripartenza ducale, Fernandez e Ghoulam evitano il peggio. Il primo tempo termina 0-0 con poche emozioni e senza nessun tiro in porta.

Al 50’ Hamsik, sgambettato nell’area di rigore gialloblù, chiede la massima punizione, ma l’arbitro Bergonzi fa cenno di proseguire. Al 55’ il Parma passa in vantaggio: su passaggio di Paletta, Parolo fa partire un gran tiro a volo che non lascia scampo a Reina. Gli azzurri cercano di reagire, ma sono ancora i ducali ad andare vicino al gol, su perfetto lancio di Paletta, Schelotto temporeggia e regala la sfera agli avversari. Al 65’ Parolo vede Reina fuori dai pali e cerca di sorprenderlo, palla nettamente a lato. Al 67’ Jorginho vede e serve il taglio di Higuain, il tiro dell’argentino va fuori di poco. Al 75’ Zapata viene atterrato nell’area di rigore gialloblù: l’arbitro l’ammonisce il colombiano per simulazione. A dieci minuti dal termine, Benitez inserisce Pandev al posto dell’evanescente Hamsik. All’82’ cross dalla destra di Mertens, la sfera attraversa tutta l’area di rigore dove all’altezza del secondo palo è posizionato Insigne che spreca calciando alto. Due minuti più tardi ci prova Pandev di testa, su cross teso di Mertens, palla alta di pochissimo. Al 90’ Insigne crossa per Zapata, palla alta ancora una volta.

Con questa sconfitta il Napoli dice definitivamente addio al secondo posto, infatti, con la vittoria di ieri, la Roma si porta a + 12 punti e, con sei giornate al termine del campionato, a tenere vive le speranze degli azzurri è solo la matematica. Dal canto suo, il Parma ha dimostrato di potersi giocare un posto per l’Europa fino alla fine.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti