sabato 4 Febbraio 2023
HomeCronacaCarabiniere cerca di sedare rissa, viene colpito con caschi e sedie. É...

Carabiniere cerca di sedare rissa, viene colpito con caschi e sedie. É grave

CASTELLAMMARE DI STABIA. Il militare pestato, fuori dal servizio, ha cercato di sedare una rissa scoppiata nel centro della città. Trasportato d’urgenza in Ospedale le sue condizioni sono gravi. Il sindaco: “È un giorno triste

Violenza ai danni di un carabiniere fuori dal servizio, ha tentato di sedare una rissa scoppiata ieri sera nel centro di Castellammare di Stabia. Un gruppo di scalmanati ha reagito colpendo il militare con caschi e sedie fino a fargli perdere conoscenza. La vittima è stata soccorsa dai testimoni, mentre i balordi dopo la terribile aggressione si sono dati alla fuga. Trasportato d’urgenza all’Ospedale San Leonardo, il carabiniere versa in gravi condizioni; le ferite provocate dai colpi gli hanno causato una bruttissima emorragia. Una dura condanna arriva questa mattina dal sindaco stabiese Gaetano Cimmino:La notizia dell’aggressione ad un carabiniere intervenuto a sua volta per sedare una rissa tra giovani imbecilli criminali ci procura rabbia e indignazione. Questa non è Castellammare di Stabia, non posso accettarlo” il suo commento poi un messaggio per la vittima: “Al carabiniere va tutta la solidarietà dell’Amministrazione comunale e i ringraziamenti della città tutta. Sono certo che i suoi colleghi stanno lavorando per catturare i responsabili e lui stesso tornerà presto a difendere i cittadini”.

Aggiornamenti

Cc aggredito, hanno cercato d’investirlo con la moto. Colpito da un tavolino

Cc aggredito, arrestati 4 aggressori e l’uomo che lo ha derubato

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti