lunedì 3 Ottobre 2022
HomeAttualitàCarabinieri, Aisa, polizia municipale "angeli" della sicurezza nella Festa delle Lucerne

Carabinieri, Aisa, polizia municipale “angeli” della sicurezza nella Festa delle Lucerne

Somma Vesuviana (Napoli). Tre giorni di festa quasi 22 mila ingressi. La magia delle Lucerne affascina da sempre e il “caos” di queste sere ne è stata la conferma. A garantire la sicurezza di tutti, fino all’ultimo minuto di sabato notte, il personale dell’Aisa, dei carabinieri della locale Stazione e della polizia locale. A tal proposito da sottolineare la partecipazione assidua di un assessore che entrato in “servizio” soltanto il 1 agosto dal 3 al 6 non ha lasciato mai il Casamale e gli agenti della Pm (di cui ha la delega), Mauro Polliere. Presenza costante anche dei militari dell’Arma e degli agenti guidati dal tenente colonnello Claudio Russo, una presenza tra i vicoli del borgo che ha rassicurato i tanti visitatori e residenti diventando un punto di riferimento anche per chi non sapeva che percorso seguire o dove trovare informazioni, ma non sono mancate persone che hanno chiesto aiuto concreto anche per fastidiosi imprevisti o timori.
“Il piano sicurezza predisposto dall’amministrazione comunale e gestito dalla SAFETY A.I.S.A. ha dato ottimi risultati”, commenta il responsabile dell’Aisa, Giovanni Cimmino, “L’accesso al borgo del Casamale e quindi all’area della festa è stato consentito ai soli visitatori muniti di ticket gratuito numerato, preventivamente ritirato presso l’area di accoglienza. Ancora una volta, nonostante le numerose difficoltà riscontrate in questi giorni, gli operatori dell’A.I.S.A. hanno saputo dare prova di grande professionalità e dedizione, unitamente allo spirito di collaborazione e di abnegazione, che da sempre li contraddistingue. E’ stata predisposta una Sala Operativa Mobile, con sistema di accesso controllato e contingentato dei visitatori con funzione di Coordinamento La SOM, ha coordinato e offerto supporto in questi giorni, composta da uno staff preposto, coordinata e attivata dal Responsabile Nazionale per le attività in emergenza, gestione grandi eventi e radiocomunicazioni Paolo Lanzotti. La SOM è stata strutturata con varie postazioni per facilitare lo scambio di informazioni (interne ed esterne al borgo) tra gli operatori delle diverse funzioni. Ha ricevuto e gestito in tempo reale, le informazioni da parte di Polizia Locale e altre istituzioni attraverso le comunicazioni radio. Il grande successo ottenuto è frutto della ampia collaborazione e della partecipazione sinergica di moltissime persone, che vogliamo in questa sede ringraziare.
Un ringraziamento va ai Carabinieri di Somma Vesuviana che hanno dimostrato grande disponibilità nelle varie fasi dell’evento, e agli agenti della Polizia Municipale. A loro va il plauso per l’attività che svolgono con grande attenzione a salvaguardia della sicurezza dei cittadini”. La sicurezza è uno degli aspetti che ha ben funzionato all’interno della Festa, soprattutto per la presenza, di carabinieri, agenti della municipale, in divisa che hanno tenuto occhi e orecchie ben aperti guardando ogni particolare e a quelle divise in tre giorni si sono rivolti in molti, ma non sono dettagli che hanno fatto notizia anche se è stato comunque molto importante. Ecco perchè si auspica di rivedere quelle stesse divise nei weekend della movida che animano il centro storico anche senza la Festa.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Gabriella Bellini
Gabriella Bellini
Gabriella Bellini è nata a Tropea (VV), giornalista professionista dal 2003, ha cominciato a lavorare nel 1994 nella redazione giornalistica di Televideo Somma, ha collaborato con Tele Oggi, Il Giornale di Napoli, Il Mattino, il Corriere del Mezzogiorno (dorso campano del Corriere della Sera), Cronaca Vera, Retenews, è stata redattore del settimanale Metropolis (poi diventato quotidiano) e di Cronache di Napoli. Ha condotto un programma di informazione e approfondimento su Radio Antenna Uno. Nel febbraio 2007 ha creato con altri colleghi il sito web laprovinciaonline.info di cui è il direttore. Dal 2017 è componente della Commissione Pari Opportunità dell'Ordine dei Giornalisti della Campania Nel 2009 ha ottenuto il prestigioso riconoscimento all’Impegno Civile del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, destinato ad un giovane cronista che si “sia distinto nel suo lavoro sul tema della diffusione della Cultura della Legalità” ottenendo così il premio nazionale “Per la Cultura della Legalità e per la Sicurezza dei Cittadini”. Nel 2012 il Premio internazionale Città di Mariglianella “Gallo d’Oro” per i “numerosi reportage sui temi della povertà e dell’emarginazione”. Nel 2013 il premio “Città di Saviano, giornata per la legalità” per “L'impegno profuso a favore della promozione e diffusione dei valori della legalità". Nel 2015 menzione speciale “L’ambasciatore del sorriso” per “L’instancabile attività di reporter, votata a fotografare con sagacia le molteplici sfaccettature della nostra società”. Nel 2016 il Premio “Antonio Seraponte” con la seguente motivazione “Giornalista professionista sempre presente e puntuale nel raccontare i fatti politici e di cronaca. In poco più di un decennio a suon di bravura ha ottenuto prestigiosi riconoscimenti per essersi distinta su temi importanti come la diffusione della cultura della legalità, della sicurezza dei cittadini e per l’impegno sui temi della povertà e dell’emarginazione”. Nel 2019 il premio Napoli Cultural Classic "Donna straordinaria, esponente della stampa locale che attraverso la sua autentica e graffiante penna racconta il nostro territorio anche fuori dai confini. Sempre attenta alla realtà politico-sociale che analizza con puntualità e chiarezza, riesce a coniugare la divulgazione al grande pubblico con l'obiettività suggerita dalla grande esperienza umana che l'accompagna". Nel 2022 Premio di giornalismo “Francesco Landolfo”

Articoli recenti