mercoledì 28 Settembre 2022
HomeAppuntamentiCasal Di Principe ricorda il carabiniere Salvatore Nuvoletta, asse di legalità con...

Casal Di Principe ricorda il carabiniere Salvatore Nuvoletta, asse di legalità con Marano

Marano. Si è tenuta ieri 3 luglio 2014 a Casal Di Principe nella Chiesa del Santissimo Salvatore una cerimonia di commemorazione per ricordare Salvatore Nuvoletta, il giovane carabiniere di Marano che prestava servizio alla caserma di Casal di Principe, ucciso il 2 luglio 1982 a soli vent’anni per una vendetta della camorra.

A celebrare la funzione il Vescovo di Aversa Mons. Angelo Spinillo, alla presenza delle istituzioni militari e civili. In prima fila i due Sindaci simbolo del cambiamento, del riscatto di due città, il primo cittadino di Marano Angelo Liccardo e il Sindaco di Casal Di Principe Renato Natale.

“E’ un messaggio forte, se prima di parlava di asse del male Marano-Casal Di Principe, oggi deve emergere chiaramente che si lavora uniti per la legalità – dice il Sindaco di Marano Angelo Liccardo – E i cittadini non devono aver timore di nulla perchè lo Stato c’è!”

“Vent’anni fa avevo promesso alla famiglia Nuvoletta di ricordare degnamente il sacrificio di Salvatore – dice il primo cittadino di Casal Di Principe Renato Natale – oggi ho finalmente mantenuto fede agli impegni. E farò di più. Quanto prima una delle scuole materne di Casal Di Principe sarà dedicata a Salvatore Nuvoletta”.

Alla fine della cerimonia è stato donato alla famiglia Nuvoletta un busto in bronzo del giovane eroe maranese, realizzato dall’artista Gino Abatiello.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti