lunedì 14 Giugno 2021
HomePoliticaCasamarciano, la maggioranza abbandona l'aula

Casamarciano, la maggioranza abbandona l’aula

CASAMARCIANO.  La maggioranza di “Casamarciano Libera e Giusta”, guidata dal sindaco Andrea Manzi,  ha abbandonato la prima seduta del Consiglio comunale convocato per ieri, giovedì 2 febbraio.

All’ordine del giorno erano previsti due argomenti, su richiesta dalla minoranza consiliare, relativi al piano insediamenti produttivi e alla “casa dell’acqua”.

“Il nostro mandato amministrativo è stato da sempre contraddistinto dal rispetto per le istituzioni ed i suoi simboli, in primis il consiglio comunale – ha spiegato il sindaco Andrea Manzi-. La condivisione dei progetti dell’esecutivo, il dialogo con le forze di opposizione e il riguardo per una gestione trasparente e partecipata della cosa pubblica sono stati i punti di riferimento della nostra missione di amministratori. Quando però quegli stessi valori sono ignorati e calpestati, tocca compiere gesti come questo per salvaguardare la dignità della stessa istituzione che rappresentiamo. Abbiamo deciso di non presenziare  all’ultimo Consiglio comunale perché, pur rispettando la minoranza,  riteniamo che a qualcuno tra le sue fila manchino quei requisiti di dignità morale e politica che sottendono al ruolo che riveste. Lo stesso qualcuno che, con una mossa che ha contraddetto la volontà dei suoi stessi elettori, ha cancellato con un colpo di spugna il simbolo civico sotto il quale la sua compagine era stata eletta”.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti