lunedì 18 Ottobre 2021
HomeAppuntamentiCaserta, Pupi Avati apre la IV edizione di “Maestri alla Reggia”

Caserta, Pupi Avati apre la IV edizione di “Maestri alla Reggia”

Mercoledì 30 ottobre ore 17,30 – Reggia di Caserta torna la rassegna di incontri di cinema dell’Università Vanvitelli.

Da Una gita scolastica a Regalo di Natale, da La seconda notte di Nozze a La Casa delle finestre che ridono e Il cuore altrove. Questi alcuni dei grandi successi del celebre regista italiano Pupi Avati, protagonista della prima serata di “Maestri alla Reggia”, alla sua quarta edizione, la rassegna di incontri dedicata ai grandi protagonisti del cinema italiano, realizzata dall’Università Vanvitelli con la direzione artistica di Remigio Truocchio.

Avati sarà ospite mercoledì 30 ottobre alle ore 17,30 nella Cappella Palatina della Reggia di Caserta e si racconterà in un talk, moderato dal giornalista Fabrizio Corallo, ripercorrendo la lunga carriera di successi, dagli esordi horror, genere a cui è tornato con il suo ultimo film Il Signor Diavolo, ai progetti futuri come il lavoro sulla vita di Dante Alighieri in occasione delle celebrazioni per settecento anni dalla morte nel 2021.

Siamo giunti alla quarta edizione di Maestri alla Reggia – ha detto il Rettore dell’Ateneo Vanvitelli, Giuseppe Paolisso – riscuotendo ogni anno un grande successo di pubblico e di consensi.

La manifestazione ha centrato in pieno il suo obiettivo: quello di diventare un appuntamento fisso per chi vive l’Ateneo, ma anche per il territorio, offrendo la possibilità a giovani, famiglie e appassionati di incontrare gratuitamente i grandi registi italiani. Eventi come questi, una peculiarità dell’Università Vanvitelli, rientrano a pieno nella terza missione delle università culturale e sociale. Il cinema è cultura, ed è anche un modo per avvicinare giovani e non alla cultura ”.

Il cinema, così come riconosciuto dal Ministero per i Beni e le attività culturali e per il Turismo, è uno dei fondamenti dell’espressione culturale. – Spiega il direttore della Reggia di Caserta Tiziana Maffei – La Reggia di Caserta ha uno stretto legame con la cinematografia, avendo negli anni ispirato, con il suo immenso e suggestivo patrimonio, numerosi maestri del grande schermo. L’attività di promozione del cinema italiano, tra le mission del MiBACT, dunque, prosegue nel segno della piena collaborazione con l’Ateneo anche nell’ottica di differenziare e ampliare la nostra offerta culturale”.

Maestri alla Reggia” è un evento voluto e realizzato dall’Università Vanvitelli, con la direzione artistica di Remigio Truocchio e con il prestigioso apporto della Reggia di Caserta, in collaborazione con Comune di Caserta, con il contributo della Camera di Commercio e la partecipazione Associazione Amici della Reggia e Confindustria Caserta. La manifestazione è organizzata dalla società Cineventi, produttrice tra l’altro degli eventi Cinè – Giornate del cinema, la grande convention dell’industria cinematografica, e gli Incontri Internazionali del cinema di Sorrento.

Tantissimi i registi che l’Ateneo ha ospitato nel corso di questi ultimi quattro anni:

da Ferzan Ozpetek a Carlo Verdone, da Giuseppe Tornatore a Sergio Castellitto, Margherita Buy, Mario Martone, Paolo Genovese e molti altri. Per ogni serata la Cappella Palatina ha registrato sempre una eccezionale affluenza, richiamando studenti, docenti ma anche tantissimi appassionati del grande schermo, attenti fruitori delle interviste realizzate ai protagonisti, intervallate da spezzoni di pellicole di grande successo, ma anche da curiosità, retroscena e backstage.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Saverio Falco
Giovane studente, intraprendente, ricco di fantasia, creativo e gioioso. E' veramente un piacere avere tra noi autori, scrittori, giornalisti, filosofi, ma soprattutto ragazzi come quello odierno: un'anima che ama la cultura in tutte le sue sfaccettature, che trasmette un pensiero legato all'amore puro, dai sentimenti profondi. Nel 2012 fa il suo battesimo con la carta stampata, rivelando all'attenzione di noialtri lo spirito polivalente dell'esistenza. (A cura del poeta GIANNI IANUALE)

Articoli recenti