venerdì 14 Agosto 2020
Home Politica Cassazione,al Comune di Ottaviano dovranno essere restituiti 420mila euro

Cassazione,al Comune di Ottaviano dovranno essere restituiti 420mila euro

OTTAVIANO. Allagamenti, il Comune di San Gennaro Vesuviano deve restituire 420mila euro al Comune di Ottaviano.

Il Comune di San Gennaro Vesuviano deve restituire al Comune di Ottaviano circa 420mila euro. Lo ha stabilito una sentenza della Cassazione, che si è pronunciata su una vicenda giudiziaria iniziata negli anni Novanta, quando il Comune di San Gennaro Vesuviano denunciò i Comuni di Ottaviano e Nola perché provocavano – a causa del cattivo stato o della mancanza di adeguate opere idrauliche per il contenimento delle acque piovane – allagamenti al territorio comunale.
Si tratta della stessa sentenza resa nota qualche giorno fa, per effetto della quale le amministrazioni di Ottaviano e Nola sarebbero state condannate a rifare il sistema fognario. Dopo una lettura più attenta della sentenza, tuttavia, emerge che il Comune di Ottaviano rimane obbligato all’esecuzione delle opere (parte delle quali sono state comunque realizzate), mentre il Comune di San Gennaro Vesuviano deve provvedere alla restituzione di 418020,62 euro.
Tale cifra era stata versata dopo la sentenza di primo grado del Tribunale di Nola, che risale al 2008. In quella occasione, i giudici stabilirono che Ottaviano doveva realizzare opere fognarie per mitigare il fenomeno degli allagamenti e riconoscere a San Gennaro Vesuviano i 418020,62 euro. La somma fu versata, perché la sentenza era esecutiva, ma allo stesso tempo il Comune di Ottaviano fece ricorso alla Corte d’Appello di Napoli. Nel 2015 la Corte d’Appello ribadì che Ottaviano doveva eseguire le opere, ma rigettò la domanda risarcitoria del Comune di San Gennaro Vesuviano, obbligandolo alla restituzione dell’importo.
La Cassazione, lo scorso 29 gennaio, ha confermato in toto la sentenza d’Appello. Peraltro, nel frattempo il Comune di Ottaviano ha costruito griglie di contenimento delle acque in località Pagliarone, ai confini tra le due cittadine vesuviane e, pertanto, ha già realizzato le opere prescritte dalla sentenza di primo grado. “Siamo pronti a ragionare sulla realizzazione di ulteriori opere, anche perché nel frattempo sono passati oltre 20 anni dall’inizio della vicenda giudiziaria e il territorio si è profondamente modificato. Il sistema fognario dovrà essere completato dalla Regione, nell’ambito di un più ampio progetto di bonifica dell’area vesuviana. Tuttavia adesso procederemo a chiedere la restituzione dell’importo, che in parte potremmo utilizzare proprio per effettuare interventi di mitigazione del fenomeno degli allagamenti”, dichiara il sindaco di Ottaviano, Luca Capasso.

- Advertisement -
- Advertisment -
- Advertisment -

Articoli recenti

A Sessa Cilento mostre e visite guidate a Ferragosto

SESSA CILENTO (SA). A "Segreti d'autore" mostre e visite guidate a Ferragosto. Archiviata con successo la parte dedicata agli spettacoli e ai laboratori, la decima...

Ravello Festival, martedì appuntamento con Cecilia Bartoli

RAVELLO (SA). Ravello, Salisburgo, Lucerna parte dalla Città della Musica il tour estivo di Cecilia Bartoli. Nel cartellone della 68esima edizione del Ravello Festival ideato...

Segnalazione rientri dall’estero, i contatti del l’Asl Salerno

SALERNO. Segnalazione rientri dall’estero: l’Asl Salerno istituisce una seconda linea telefonica. Lo 081/9212491 attivo da domani 15 agosto, 24 ore su 24. Da domani 15 agosto...

S.Anastasia. Mir: “Per la seconda volta i minori a rischio traditi”

SANT’ANASTASIA. Senza casa i ragazzini della Mir, l’indignazione dei volontari. Per la seconda volta i minori a rischio traditi dal Comune. Colpa del Covid? Non...

Covid, nuovo caso a Torre Annunziata. É un operatore sanitario

TORRE ANNUNZIATA. Coronavirus: nuovo caso a Torre Annunziata. Si tratta di un operatore sanitario in servizio presso l’ospedale “S. Leonardo” di Castellammare di Stabia. L’uomo è...
- Advertisment -