domenica 25 Settembre 2022
HomeCronacaCattive condizioni igieniche, sequestrate uova e colombe pasquali

Cattive condizioni igieniche, sequestrate uova e colombe pasquali

CASORIA. Condizioni igieniche precarie, nessuna notizia riguardo l’origine, la conservazione o la data di scadenza hanno portato al sequestro di 105 chili di colombe e uova di cioccolato.

I controlli sono scattati a Casoria in un laboratorio per la produzione di dolci in via Benedetto Croce di proprietà di una 49enne di Napoli. Ad effettuarli i carabinieri della Stazione di Arpino di Casoria insieme a colleghi del Nas di Napoli che hanno riscontrato la mancata applicazione delle procedure di autocontrollo e varie carenze, igienico sanitarie e strutturali. Oltre al fatto che l’esposizione di uova di pasqua e colombe a base di cioccolato, realizzati anche su ordinazione, non riportavano le obbligatorie indicazioni qualitative e quantitative relative a origine, modalità di preparazione, conservazione e data di scadenza. Oltre al sequestro sono state contestate alla titolare violazioni amministrative per 4.500 euro.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti