sabato 3 Giugno 2023
HomeCronacaCentinaia di pazienti nel suo studio, scoperto falso medico

Centinaia di pazienti nel suo studio, scoperto falso medico

POMPEI. Uno studio medico specialistico ben accorsato, in centro: la sede di fatto – e senza vergogna – era nella sua casa nella centrale via Roma – la pergamena della laurea “mai conseguita” incorniciata al muro e centinaia di cartelle cliniche. Il giovane finto medico endocrinologo 33enne è stato scoperto e denunciato dai carabinieri in stato di libertà con l’accusa di esercizio abusivo di professione medica.

L’operazione è stata condotta dai carabinieri della locale stazione unitamente ai colleghi del Nas (Nucleo antisofisticazione) di Napoli. In mattinata i le squadre dei militari dell’arma hanno chiuso il cerchio attorno ad un uomo di 33 anni che letteralmente si spacciava per medico con la specializzazione in Endocrinologia pur non avendo “mai” conseguito né la laurea, né tantomeno la specializzazione. Eppure il 33enne medico endocrinologo esercitava – eccome – nel suo studio medico: visite e prenotazioni per centinaia di cartelle cliniche archiviate negli scaffali nella sua sede medica – la stessa dove vi abitava – lungo il corso di via Roma nella città mariana. Dalle indagini dei carabinieri, iniziate, non molto tempo fa, è emerso che il “finto medico” non era iscritto all’albo dell’Ordine dei medici -per ovvii motivi – e, dunque, usava, o meglio abusava, per poter esercitare la libera professione medica specialistica del codice medico di un vero endocrinologo della provincia, suo omonimo, il quale va detto era ignaro di tutto. Il 33enne è stato, quindi, denunciato in stato di libertà per esercizio abusivo di professione medica.
Ma non è ancora tutto: durante la perquisizione domiciliare – delegata dall’autorità giudiziaria – i carabinieri ed i Nas hanno trovato e sequestrato la sua laurea falsa in medicina e chirurgia, oltre ad attestati di specializzazione, un computer, attrezzature mediche e circa 270 cartelle cliniche.

 

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti