domenica 25 Settembre 2022
HomeCronacaCentro massaggi, i veri trattamenti erano prestazioni sessuali. Sequestrato

Centro massaggi, i veri trattamenti erano prestazioni sessuali. Sequestrato

NAPOLI. Sigilli e sequestro al centro massaggi orientale “a luci rosse”, i veri trattamenti dei clienti, uomini soprattutto, erano prestazioni sessuali. In manette sono finiti i due titolari del centro “Oriente Relax”, una coppia di coniugi cinesi.

I più assidui erano appunto gli uomini, e, di tutte le fasce di età, che fin dalla mattina affollavano il centro massaggi in via Galileo Ferraris, 109, nelle periferia orientale di Napoli. Un andirivieni eccessivo, decisamente “anomalo” che non poteva non attenzionare le forze dell’ordine che hanno fatto, così, partire una serie di controlli focalizzati sul centro massaggi “Oriente Relax”. Un’ indagine lampo e in poco tempo i carabinieri del Nucleo radiomobile del Comando provinciale di Napoli hanno accertato una serie di attività illecite all’interno del centro: dallo sfruttamento della prostituzione, sequestro di persona, fino alla riduzione in schiavitù. Reati per i quali sono stati arrestati e devono rispondere i due coniugi cinesi, titolari e gestori dell'”Oriente Relax”. Si tratta He Wei e Hu Xiaolian, entrambi di 38 anni, già noti alle forze dell’ordine.

Attraverso le indagini dei militari dell’arma sono stati raccolti una serie di inequivocabili indizi di colpevolezza, tutti a carico dei due titolari del centro massaggi, sito in via Galileo Ferraris, in ordine allo sfruttamento della prostituzione di 4  connazionali di età compresa tra i 43 e i 25 anni, tutte munite di permesso di soggiorno e domiciliate presso il centro stesso, dove venivano però costrette a permanere all’interno di una camera angusta, priva di servizi igienici e chiusa a chiave dagli stessi titolari. Nel corso del blitz dei carabinieri del nucleo radiomobile, sono stati identificati vari avventori, tutti di nazionalità italiana, alcuni dei quali sorpresi nella camera per usufruire dello “speciale” massaggio. Dalla perquisizione dei locali è stata, inoltre, rinvenuta la somma contante pari a 1.515 euro, provento dell’illecita attività, sottoposta pertanto a sequestro unitamente al centro massaggi. I due  titolari si trovano rispettivamente nel carcere femminile di Pozzuoli e di Poggioreale.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti